giovedì 15 febbraio 2018

Come crescere un cuore felice - favorire l’autostima

Provo a scrivere questo post, perchè quando parlai su Instagram di questa serata organizzata dalla scuola di Pietro rivolta a noi genitori, a molte di voi interessò. 
Cerco di riportarvi la mia esperienza e fare delle piccole riflessioni sul tema. 
Non voglio fare affermazioni o spiegare nulla, sono letteralmente profana in materia; ma come sempre cerco di trattare argomenti interessanti a modo mio per darci piccoli spunti su cui ragionare e interrogarsi. 
La serata era incentrata sul tema dell’autostima. Un argomento che a noi interessava particolarmente visto che, come vi avevo raccontato il primo anno di asilo, non era stato semplice e ci era stata nominata questa parola in riferimento a Pietro. 


Sarò sincera con voi, io prima di allora non avevo mai considerato il termine autostima nei confronti di bambini di tre e quattro anni. E invece mi sbagliavo perchè esistono situazioni in cui per carattere, ambienti e esperienze si presentano quadri di bassa autostima. 

Tornando all’incontro la Pedagogista ci ha accolti con una prima domanda molto diretta: “che ruolo abbiamo noi genitori?” 
Perchè giustamente sapere cosa ci è richiesto fare rende il tutto più semplice, e ci porterebbe a fare e dare il massimo per raggiungere gli obbiettivi. 
Farsi questa domanda spesso fa bene a noi mamme e papà, perchè ci da la possibilità di metterci in pari, correggerci in corsa e allinearci quotidianamente con la crescita di nostro figlio. 
Ci può far rendere conto che l’obbiettivo che avevamo ieri e oggi, domani sarà già diverso. 
In certi periodi questi cambiamenti di obbiettivi sono repentini (basti pensare alle prime settimane e primi mesi di vita) in altri possono esserlo meno, ma è sempre un evolversi, un divenire mai statico. 
E io personalmente ogni tanto me lo faccio presente a me stessa per non dimenticarlo. 

Un’altro passo della serata che mi ha, personalmente, fatto riflettere, è l’affermazione: che l’educazione è un passo e per imparare deve esserci un buco/uno spazio (non per cadere) ma per permettere uno spostamento-cambiamento. 
Se noi genitori/educatori non lasciamo questo spazio, ma siamo sempre li pronti, che diciamo/facciamo/brighiamo lasciamo meno possibilità, o meglio spazi, per crescere. 
L’esserci troppo può non aiutare i nostri bambini, ovviamente essendo noi tutti diversi e anche i nostri figli il percorso da fare è trovare l’equilibrio adatto a ciascuno.
È emersa inoltre l’importanza della ripetizione solo in alcuni casi, quante volte ripetiamo le stesse cose ma non otteniamo risultati? Il non ripetere troppo le stesse cose aiuterà il bambino a tararsi, sopratutto se siamo in grado di girare la responsabilità di quella determinata azione su di lui. Ovviamente alla base delle richieste devono esserci obbiettivi realistici per il bambino. Lui deve essere in grado di compiere quella cosa, deve essere adatta a lui di modo che sia anche e sopratutto nella posizione di ricevere complimenti e perchè no farli a sua volta. 
Su questo punto la pedagogista si è soffermata, facendonci notare come per tutto, l’esempio da parte nosta è fondamentale e anche noi genitori dovremmo farci dei complimenti più spesso. Ringraziarci a vicenda per una dote che l’altro ha e noi apprezziamo. 
Sono apparentemente sciocchezze, cose semplici ma che se sommate ci aiuteranno a vivere sereni il nostro ruolo di genitori e crescere bimbi felici. 

Scrivere questo post non è stato facile, non sapevo da dove partire per racchiudere in poche parole un argomento così grande e delicato. 
L’ho fatto a modo mio, raccontandovi attraverso i miei occhi questa serata. 
Vi invito a partecipare agli incontri che organizzano scuole e strutture varie perchè sono senpre spunto di riflessione e autoesame. 
Del tema voi cosa ne pensate? Avete avuto esperienze con i vostri bimbi su autostima, sicurezza di se? 
Io mi sono ritrovata a ragionarci nei giorni successivi e terró in considerazione il nome della dott.ssa perchè so che ci sono anche degli sportelli proprio specifici per fare il punto della situazione indirizzati alle famiglie senza problematiche importanti o evidenti, per tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica