venerdì 1 maggio 2015

Disostruzione pediatrica: COSA e COME fare.

Oggi vi voglio raccontare una storia.
Vi racconto di un pomeriggio di 50 anni fa, c'era una mamma con due bambini. Il piu' piccolo aveva 3 anni ed era solito giocare con cugini e zii che, considerando le famiglie numerose dei tempi, erano quasi coetanei.
Giocando e cercando di far giocare il bambino piu' piccolo gli venne offerta una caramella.
La stavano mangiando tutti e l'hanno offerta anche al piccino.
Una semplice caramella, uno sfizio, un gioco.
Quella caramella si incastró nella gola del bambino che non riusciva più nè a mandarla giú nè sputarla.
Quella caramella lo stava soffocando.

La mamma era presente e le prime mosse per aiutare il figlio le ha compiute lei. Senza successo.
Anche il babbo cerco' di aiutarlo ma anche lui senza successo.
Il bimbo era cianotico.
50 anni fa tra vicini ci si conosceva tutti e bastó un urlo disperato della mamma per far accorrere una vicina che con sangue freddo diede un secco colpo nella schiena, tra le scapole al bambino messo a testa in giu.
La caramella era fuori.
Il bambino respirava.
Quella mamma e' mia nonna e quel bambino e' mio papa'.
Questa storia ve la racconto perchè ieri sera ho partecipato insieme a mio marito e tanti altri genitori ad una serata informativa della Croce Rossa Italiana sulla disostruzione delle vie aeree e sulla Sids. 
Oggi in particolare voglio condividere con voi le informazioni riguardanti il primo argomento. 
Ovviamente il mio post è solo per sensibilizzarvi all'argomento e spronarvi a frequentare una serata, un corso o leggere con più attenzione i dati riportati in siti affidabili come quello della Croce Rossa appunto.
Come per tante altre cose il primo mezzo che noi abbiamo per aiutare i nostri bambini è la PREVENZIONE. 
Quindi prestare attenzione sul cibo che diamo ai bambini, sui giochi, sugli oggetti che lasciamo in giro e rimangono a disposizione dei bambini...è sicuramente la prima cosa da fare.
A volte peró la prevenzione da sola non basta e succede che un corpo estraneo vada ad ostruire le vie aree dei bambini. 
A questo punto si possono presentare diverse situazioni. 
  1.  La prima che il bambino tossisce (quindi respira), rimane cosciente, magari piange. 
  2.  La seconda che il bambino non tossisce, non piange, e quindi non sta respirando. Puó perdere conoscenza e spesso instintivamente si avvicina le mani alla gola.
Se ci si trova nel primo caso NON SI FA NULLA, il bimbo che tossisce respira e sta provvedendo da sè a liberarsi. Se dopo 5 minuti sta ancora tossendo chiamare il 118 e farsi guidare dal medico. 
Non bisogna mettere le dita in bocca perchè si otterrà l'effetto opposto andando a spingere più a fondo il corpo estraneo.
NON BISOGNA NEMMENO DARE COLPI NELLA SCHIENA se il bambino tossisce, perchè si rischia di compromettere e peggiorare la situazione e passare al secondo caso. 
Se invece ci si trova nel secondo caso BISOGNA AGIRE SUBITO. Bisogna attuare le manovre di disostruzione chiamando aiuto se possibile. Non chiamare il 118 subito perchè inevitabilmente si perde tempo a fornire tutti i dati del caso. Bisogna iniziare subito ad effettuare le manovre. Se si è casa da sole chiamare aiuto ai vicini e far chiamare a loro i soccorsi. 
Le manovre da compiere sono gesti semplici ma fondamentali. Sono diversi in base a chi si devono compiere. Si distinguono manovre per lattanti fino ai 10 kg e i 75 cm e per bambini fino ai 50 kg e i 160 cm. 
Per capire bene come si compiono queste manovre vi rimando al sito della croce rossa dove troverete schede, esempi e dati attendibili Qui
Queste manovre hanno un'efficacia del 98% dei casi. Quindi se conosciute salvano la vita ai nostri bambini. 
Purtroppo rimane quel 2% di insucesso. In questi casi al telefono con il 118 si verrà guidati dal medico alla manovra di  rianimazione che permetterà al bambino di rimanere in vita fino all'arrivo dei soccorsi.  
Questo è davvero quello che in sintesi mi sono portata a casa dall'incontro di ieri sera. Argomenti seri, spaventosi ma che non bisogna ignorare. 
Bisogna invece condividere, sensibilizzare e dare importanza. 
Per legge le maestre degli asili non sono obbligate a frequentare un corso di disostruzione pediatrica, è facoltativo. Io credo che conoscere queste manovre sia fondamentale per un genitore, per un nonno, per una baby-sitter o per una maestra. Informatevi e frequentate un corso, un incontro. 
4-5 minuti sono pochi, sono il tempo che abbiamo a disposizione per salvare la vita di un bambino. Se si conoscono le manovre, basteranno. 
Rà.

4 commenti:

  1. Credo sia davvero utilissimo frequentare questi corsi o lezioni informative. Anche per chi, come me, sta per diventare mamma. L'inesperienza può magari giocare brutti scherzi, anche sulla questione del sonno sicuro e sulla posizione del sonno del neonato. Mi sto informando per capire se sono previsti corsi anche nella mia zona e, se li faranno, andrò di sicuro. Grazie mille per le informazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si credo sarebbe bello li introdussero all'interno dei corsi preparto o post parto. Informati perchè stanno aumentando sempre di più le serate come queste. Presto vi parleró anche della Sids e delal sua prevenzione.
      Un anbraccio

      Elimina
  2. Martina da piccina si stava soffocando con il latte, ti dico avrà avuto 3 mesi, io purtroppo non avevo più latte e ovviamente il biberon non da un'uscita naturale come il seno della mamma. Bè sangue freddo e feci la manovra, non ti dico che spavento, ma ero reduce dal corso di primo soccorso fatto mesi prima di partorire e benchè sia un corso generico per aiutare gli adulti di 16 ore, 4 erano dedicate ai bambini! Perchè non dimentichiamoci che come succede ad un bambino potrebbe succedere anche ad una persona adulta!
    Mi ricordo il suo faccino che da rosso diventava piano piano viola. Ma per fortuna è riuscita a liberarsi!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia che dire grazie mille per la tua testimonianza che ci fa capire ancora una vokta quanto sia importante conoscerle. Certo anche il sangue freddo e l'istinto fanno il loro ma sapere e agire è importante. Grazie ancora e un bacione!

      Elimina

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica