giovedì 16 aprile 2015

Scegliere di avere un figlio

Come si decide di avere un figlio? Quando si decide di avere un figlio? 
Questo post lo scrivo dopo aver affrontato il discorso con un'amica. E proprio lei mi diceva che per ora la cosa che la "spaventa" è come/quando deciderà, con il marito, di provare ad avere un figlio?

Questo discorso in effetti mi ha fatto riflettere. Io mi sono ritrovata con quel test positivo e un ritardo di due settimane del ciclo. Non ho vissuto l'attesa del ciclo con la speranza che non arrivasse. Non ho vissuto i due minuti di attesa per il risultato del test con la speranza del positivo. Ho vissuto il tutto molto scombussolata perchè non mi aspettavo tutto ció. Quindi non lo so per ora cosa si provi. 
Forse lo proveró quando, se mai, decideremo di avere un secondo figlio, e probabilmente vivró le stesse emozioni/dubbi della mia amica ora.
Credo che mettersi li un po' a tavolino e decidere di provarci non sia semplice come a dirlo. Ci vuole coraggio. Coraggio perchè diventare genitori è la cosa più bella della vita, ma lo si scopre giorno dopo giorno. Non è una cosa che si sa per davvero prima. Lo si sente dire dagli altri genitori, te lo dicono le amiche, i parenti, vedere un neonato e vederlo crescere ti piace e ti innamori di quei mussettini. Ma avere un figlio e ed essere madre o padre è sicuramente diverso. È una felicità che c'è fin da subito, che esplode con il parto e la nascita, senza dubbio, e che poi viene coltivata momento dopo momento. Viene appresa nel tempo e sempre di più se possibile. 
Certo se poi si pensa a casa, lavoro, società e tutto allora un figlio forse non lo metteresti mai al mondo. Ma per fortuna a volte riusciamo a far passare in secondo piano le cose brutte. Perchè una cosa che mio figlio mi ha insegnato è che si dovrebbe imparare a guardare il mondo con gli occhi innocenti dei nostri figli. Tutto sarebbe diverso, tutto sarebbe più bello. 
Voi come avete deciso di fare il passo? È venuto spontaneamente? Vi capitato un po' come a me? 
Io e la mia amica Ma la cosa che ci e' venuta da consigliarle e' di viverla serenamente. Nel momento in cui pensano di sentirsi pronti di lasciar fare alla natura. Voi cosa ne pensate?
Raccontatemi le vostre esperienze.
Ra' <3

16 commenti:

  1. Cara Rachele, anche io proprio pochi giorni fa riflettevo su questo.. non sai come questo tuo post mi abbia riproposto domande e pensieri! Ho raccolto i miei in questo post: https://stracciatellaepistacchio.wordpress.com/2015/04/01/come-si-diventa-una-mamma/
    Il mio blog è nuovo nuovo (anche se gli articoli, nella mia testa, li penso e scrivo mentalmente da mesi) e mi vergogno quasi a mostrarlo ma per questa occasione, e per te, lo faccio.. perchè mi piaci, mi piace la tua spontaneità che ti fa sentire "un'amica" vicina. E' anche grazie a profili come il tuo che mi è venuta voglia di aprirmi e creare il mio spazio di idee, il blog. Ti lascio alla lettura se ti va.. e a presto! ILa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, grazie per il tuo commento. Sono proprio curiosa di leggere il tuo punto di vista. Hai fatto benissimo ad aprire un blog, vedrai ti aiuterà in tanti momenti e spero che come a me ti dia anhe delle soddisfazioni a livello umano bellissime. Un abbraccio, <3

      Elimina
  2. Dopo quella chiacchierata ci ho pensato, e in realtà credo che la cosa che più di tutte può darti tanta paura (nel momento in cui pensi al futuro con un figlio) è che non riuscirai mai più a non preoccuparti di niente. Avrai sempre un pensiero fisso rivolto a lui, sia quando lo hai con te, sia quando sarà all'asilo o dai nonni: stara bene? avrà mangiato? gli avranno cambiato il pannolino? avrà bisogno della mamma?
    Però ci arrivi solo dopo, quando inizi a viverlo, perché prima pensi principalmente che la tua vita cambierà a livello pratico, e invece poi quello che ti prende più di tutto è la preoccupazione per il suo bene...
    Ok, mi hai fatto venire l'idea per un post xD ma ho riassunto tutto qui xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo punto di vista in effetti è super azzeccato. Il cambiamento pratico e organizzativi cambia certamente ma poi viene routine. Mi piace questa osservazione. Scrivi il post Ma, son curiosa di leggerlo! ❤️

      Elimina
  3. Decidere di avere un figlio... la più meravigliosa incoscienza!
    Personalmente (Cecilia qui, che il Parto Positivo invece è a 4 mani) la mia prima bimba l'ho cercata e mi ha pure colta di sorpresa... Il mio lui (non era ancora marito) lavorava a Monaco di Baviera e ci vedevamo a weekend alterni. Quando abbiamo smesso di prendere precauzioni dicendo se arriva un bimbo abbiamo solo accelerato i tempi non pensavamo veramente che arrivasse così in fretta... ed è stata la cosa più bella del mondo. Mi sono sposata alla fine del 7 mese, e tutti (piccola città bastardo posto) hanno pensato fosse un matrimonio riparatore...ahahah!
    Comunque se uno si siede a pensarci davvero a cosa vuol dire diventare mamma o papà un figlio non lo fa più...! :-) A presto. Carino il tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia, innanzitutto Grazie per essere passata da me e di avermi lasciato la tua esperienza. I nostri figli ci sorprendono sempre fin dall'inizio spesso. Io mi sono sposata in comune all'ottavo ma sogno il matrimonio in Chiesa con l'abito bianco, ma questo è un altro discorso. Concordo con te che se si sta li a pensare tutti i lati della decisione non si arriverà mai ad un punto. Un abbraccio e a presto! ❤️

      Elimina
  4. Noi lo abbiamo detto così, un pò scherzando, anche se ai tempi avevamo già 36 anni. Nella mia testa (non so perché), ci avrei messo un pò di mesi a rimanere incinta, quindi ho fatto il test quando già avevo un ritardo consistente e con sintomi già evidenti. Il test ci ha messo mezzo secondo per mostrare le due lineette (e non i famosi 5 minuti!) e io sono rimasta li come un ebete, ho chiamato mio marito al telefono e ho lasciato un messaggio in segreteria "Richiamami che è urgente!". Noi come famiglia abbiamo iniziato così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cose che nascono "per scherzo" sono sempre le migliori. E con un inzio così non poteva che nascere la vostra splendida avventura! ❤️

      Elimina
  5. Noi lo abbiamo cercato per un anno, un po' spaventati ma certo che fosse quello che volevamo...e ora stiamo cercando il secondo anche se per ora l'anno e' passato non perdiamo le speranze...prima o poi arriverà!
    certo, diventare genitori e' una scelta difficile e impegnativa, se presa con consapevolezza però è anche incoscienza, ottimismo e voglia di vivere e credo sia l'avventura più bella.
    Voi due, poi, siete bellissimi e attraverso i tuoi post si respira tutto il vostro amore per Pietro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara grazie mille per la tua esperienza e ti faccio un imbocca al lupo perchè un altro dono arrivi nelle vostre vite. Leggere la tua esperienza ed il tuo commento è stato davvero bello, grazie! ❤️

      Elimina
  6. i cambiamenti fanno paura, anche quelli positivi. Un figlio è un ciclone, rimpasta tutte le priorità, le abitudini, tutto. Niente è più "come prima", anche quando si torna un po' più stabili nella nuova routine. Un figlio ti trascina fuori dalla tua "comfort zone" in modo assolutamente inimmaginabile prima di averlo ;) insomma, è roba da "rivoluzionari" :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace moltissimo la tua "interpretazione" e mi ritrovo nelle tue parole. Comunque un figlio è un ciclo e i tutti i sensi dal primo giorno in crescendo! Ahahahah ❤️

      Elimina
  7. Ciao Rachele, noi abbiamo sempre deciso di avere figli, come si decide? Eh, decide il cuore, un figlio è un desiderio dentro al cuore, quando è nel cuore sia di mamma che di papà si lascia che la natura faccia il suo corso, pronti a gioire del buono e cattivo tempo che comporta la genitorialità. Credo che le condizioni esterne influiscano e no non parlo di lavoro, casa, o sicurezze ma di "calma piatta" se così si può dire, quando si può rompere gli equilibri esistenti senza che ciò sia un peggioramento ma un terremoto sostenibile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che leggere tutte le vostre esperienze e storie mi emoziona tantissimo. La tua in particolare mi ha fatto rendere conto di quanto le storie possono essere diverse ma di quanto poi l'amore per un figlio ci accumuna. Quindi grazie anche te per la tua testimonianza.

      Elimina
  8. Ciao Ra...S
    Beh...io mi sono sposata a 24 anni e già dal viaggio di nozze noi volevamo un figlio, stavamo insieme da due anni, diciamo che vivevamo già sotto lo stesso tesso....
    Se dovessi spiegarlo a parole direi che...ce lo sentivamo dentro, era un desiderio nato dal cuore e dalla mente, certo eravamo giovanissimi mi rendo conto, e io non lavoravo neanche, solo mio marito.....ma ti giuro che ogni mese che arrivavano le rosse io piangevo.
    Credo che il desiderio nasca così.... un giorno te lo senti esplodere dentro.....certo bisogna anche valutare tutta la situazione che ruota intorno....se ci sono le condizioni per poterlo mantenere e crescere.
    La nostra filosofia è sempre stata quella che....volere è potere..... se desidero una cosa faccio in modo di creare anche quelle condizioni che possano permettermelo, quindi ..... via gli sprechi, le spese non necessarie, superflue, per dedicarle a ... qualcosa di più importante.... un figlio desiderato appunto.

    Poi a 29 anni abbiamo avuto il secondo figlio, abbiamo sempre detto che figlio unico no.... noi non lo eravamo e avere avuto una sorella entrambi ci era piaciuto.....e così è stato.

    Poi....quando il secondo ha iniziato ad andare alle elementari...non so cosa mi è successo, ma ho iniziato a desiderare di nuovo un altro figlio.
    Lo so....sembra pazzesco....ma non ci avevamo mai e poi mai pensato di avere tre figli nella nostra vita.
    Ma è successo....il desiderio nasce dal cuore....poi arriva alla mente....e cominci a valutare se sia possibile o no.
    Io ora lavoro da 14 anni.... certo siamo semplici impiegati e io pure part time....ma ce l'abbiamo sempre fatta, con semplicità e nessuna privazione per i nostri figli....

    Ben quattro anni di tentativi per questo terzo filglio (ne abbiamo persi due nel cammino della ricerca, una extrauterina con tanto di operazione chirurgica e un aborto spontaneo)....ma poi il cucciolo è arrivato e proprio stamattina il secondo figlio mi ha detto che non riesce neanche a immaginarsi la vita senza il piccolino (che oggi ha 20 mesi).....che senza sicuramente ci sarebbe mancato qualcosa.....

    Che gioia sentire queste parole da un figlio....

    E sapete una cosa?

    Ora stiamo aspettando ..... pure il quarto.....questo...beh....questo è stato un vero e proprio dono piovuto dal cielo...inaspettato.....che mi ha lasciata di stucco due giorni...come un'ebete....quando ho visto le due lineette sul test...io che non me lo aspettavo.

    Ora....sono alla 29 settimana....alle prese con il diabete gestazionale, visite ed eco.... ma...sapete una cosa? Siamo felici, elettrizzati, emozionati.

    E' vero, fare il genitore è il mestiere più difficile del mondo, lo si impara di volta in volta commettendo sempre molti errori....ma i figli hanno la capacità di capirci....di scusarci anche....e si cresce insieme a loro.

    Riassumendo, volere un figlio è un qualcosa che ti viene da dentro, ti esplode, è un desiderio che pulsa, ma anche...quando decidono ...di arrivare all'improvviso, a sorpresa.....come un regalo inaspettato.....alla fine....è sempre un dono dal cielo.....che a volte ci semplifica la decisione che magari si sta rimandando per mille timori.

    Noi per ora ce la stiamo cavando benissimo......siamo una grande e bella tribù...

    Un abbraccio.......
    wy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, allora innanzitutto congratulazioni per la lieta notizia e in secondo luogo complimenti per la forza e la tenacia. Ho letto la tua storia tutta d'un fiato e wow! Leggere esperienze di vita vera è qualcosa di straordinario. Mi hai fatto venir ancora più stimoli per il mio blog. Grazie davvero di cuore per il tuo commento e il tuo punto di vista. Un abbraccio forte e tienimi aggiornata sulla gravidanza!

      Elimina

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica