sabato 28 febbraio 2015

[VLOG] Una giornata da mamma

Lunedì ho girato questo video vlog, visto che dovevamo andare in piscina e non avevamo una di quelle giornate piene.
Quando ho iniziato ad editarlo pensavo di non pubblicarlo sinceramente, ma poi mi son detta al massimo non piacerá e stop, ma poi ripensavo a delle vostre richieste e ho deciso di metterlo online per soddisfarle.
É un video chiacchiericcio è molto easy.
Mi vedrete in pigiama e struccata (io vi ho avvisati), e cercheró di portarvi con noi nella nostra quotidianitá. 
Se vi piace questa tipologia, quando riesco ne faró altri.
Vi lascio il link del post che cito nel video riguardante: il corso di acquaticitá dell'anno scorso QUI
Fatemi sapere se vi é piaciuto, io vi auguro buon weekend! 
Rá <3

giovedì 26 febbraio 2015

Una #mammaplanner a Verona

Martedì sono andata alla presentazione del libro "Mamma Planner" di Adriana fusè, meglio conosciuta come Ricomincio da quattro.
Lei una mamma e una blogger che seguo da parecchio tempo. La conobbi grazie ad Instagram, e un po' mi sono affezionata alla suo quotidianità, poi la sua terza bimba e pietro hanno un giorno di differenza e mi sono sentita (in un certo senso) vicina a lei.
Quando ha svelato di aver scritto un libro sono subito andata a curiosare per saperne di più e quando ho scoperto che avrebbe fatto una presentazione a Verona mi sono organizzata per andarci.
Ci siamo conosciute e ho avevo la sensazione di consocerla già da tempo. Questo è il bello di internet se usato bene!
mamme blogger
Io, Valentina di Mamma sfigata, Adriana e Lara di nasce, cresce rompe
Ma oggi voglio parlarvi sopratutto del suo progetto, il suo libro: Mamma Planner.
Un libro molto carino e ricco di spunti, consigli e foto stupende.
Non l'ho letto tutto, lo ammetto, ma non è nemmeno un libro da leggere dall'inizio alla fine subito. E' quasi un manuale consultabile al bisogno, in base all'argomento che interessa.
Lei ama prendersi cura della casa e farlo nel modo più organizzato possibile, per evitare sprechi di tempo e sopratutto per guadagnare tempo prezioso per fare altro.
Da disordinata e disorganizzata la ammiro molto, e cercherò di fare miei i suoi suggerimenti.
Credo sia un libro utile a mamme, mogli, donne, uomini, papà, zii, nonni, bambini e ragazzi. insomma utile per tutti coloro che si occupano di una casa, di una famiglia o di organizzazione in genere.
Lo trovo ben fatto e molto carino nella lettura.
Insomma io ve lo consiglio, vi consiglio di andare a conoscere Adriana se non la conoscete ancora e di sbirciare il suo mondo.
Io colgo l'occasione per mandarle un abbraccio virtuale direttamente da qui, e di ringraziarla per le belle ore passate insieme. Le faccio ancora le mie congratulazioni e corro a sfogliarmi qualche altro capitolo del suo libro, che presto la primavera arriva e io non voglio trovarmi impreparata questa volta
Rà <3

martedì 24 febbraio 2015

Dentizione: tempi e modi

Di denti e dentizione ne ho già parlato altre volte, quando spuntò il primo dente ma sopratutto in merito al rimedio principale che ho adottato da ormai un anno: la collana d'ambra.
In merito appunto a questo rimedio mi sono già espressa, Pietro non l'ha mai tolta e fino ad oggi sembra averlo aiutato.
Non ho usato nessun altro rimedio, perchè non ne ho mai sentito l'esigenza, ma so che sono molto comuni i gel e altri rimedi anche farmaceutici.
In questo post voglio invece capirne di più sull'ordine in cui queste perle bianche decidono di far capolino.
Immagine presa dal sito MAM
Questo è lo schema come ci viene solitamente spiegato dai pediatri e nei siti esplicativi.
I primi che solitamente spuntano sono gli incisivi centrali inferiori, seguiti dagli incisivi centrali superiori e di seguito arriveranno gli incisivi laterali inferiori e superiori.
Successivamente sarà il momento dei primi molari, quindi dei canini.
Gli ultimi a far capolini dovrebbero essere i secondi molari.
La dentatura da latte è quindi composta da 20 denti: 8 incisivi, 4 canini e 8 molari.

Poi arriva tuo figlio che mette i primi 2 denti sotto verso i 7 mesi abbondanti (e fin qua giusto), lascia passare qualche mese e spuntano i due centrali superiori (e anche qui ci siamo), fa trascorrere meno tempo e spuntano i due laterali superiori (e pure questo va bene).
Poi stop!
Da settembre non sono spuntati altri denti fino a fine Gennaio quando hanno fatto capolino in due settimane 3 primi molari e ora sta spuntando il 4°.
E io mi chiedo ma i due incisivi laterali inferiori, che fine hanno fatto???
Ho chiesto il parere del pediatra che mi ha rassicurato che ogni bambino ha i suoi tempi anche per i denti. Ma a me il dubbio che si siano persi lungo la crescita mi rimane! XD
Non per dire ma secondo la tabella sono in ritardo di dieci mesi sti poveri due dentini.
I vostri figli sono stati regolari?
In totale ci mancano ancora 8 dentini per completare il percorso, ce la faranno???
A parte gli scherzi, fino a che non mi son vista spuntare i primi molari non mi ero mai posta la domanda su quale fosse l'ordine di crescita, ed è stato utile per me farmi la mia bella ricerca e saperne di più.
Rà -in attesa dei due dentini dispersi- <3

lunedì 23 febbraio 2015

SFIDA CHUBBY BUNNY - Rà Ma La Je?

Per chi mi segue sui social ieri sa che avevo postato una foto intuitiva sul video che avrei pubblicato oggi.
Ebbene si, io e le mie amiche abbiamo fatto la sfida Chubby Bunny, ormai celeberrima.
Il video in sè non è nulla di che, ma aver girato il rpimo video noi 4 insieme è stato super! Un'altra cosa da aggiungere alla lista delle cose fatte insieme.
Loro ormai le conoscete da sinistra troverete Lara, Jessica e Marika.
Che dire, noi ci siamo scompisciate dalle risate, spero possa strappare un sorriso anche a voi.
Vi lascio al video,
Rà <3

giovedì 19 febbraio 2015

#wondermamas - Il nostro posto del cuore

Di posti nel cuore dove amo trascorrere del tempo con la mia famiglia, dove amo portare Pietro ne ho più di uno.
Potrei dirvi che amo riportarlo a casa dopo essere stati in giro durante il giorno, potrei elencarvi i luoghi vicino a casa dove andiamo più spesso, oppure ancora potrei parlarvi della "baita" in mezzo a prati che hanno visto crescere io e mio fratello, prima mia mamma e prima ancora anche mio nonno. 
Ma questi sono posti molto personali e ne sono anche un po' gelosa, allora vi voglio parlare del "nostro" hotel. Il nostro luogo delle fughe dal tran tran quotidiano. Lo so che ve ne ho già parlato e riparlato ma oggi voglio raccontarvelo meglio.
In questo posto  " Hotel Resort Schneeberg" noi ci andiamo da ormai piú di 7 anni, prima in compagnia o per qualche weekend romantico, ora in tre (siamo andati anche con Pietro di 1 mese e mezzo) per staccare la spina. Si trova in Val Ridanna, sopra Vipiteno.
Chiamarlo hotel é riduttivo, é un complesso di edifici davvero molto grande, pieno di zone di interesse (area weekend per adulti, area wellness per bambini, acquapark per famiglie, zona relax per tutti, piscine interne, piscine esterne, area beauty farm, baby club gratuito, maneggio dei cavalli...) 
Trascorrere il tempo qui tra le montagne e le mille attivitá non é affatto difficile, non riesci ad annoiarti. Tutti gli spazi dedicati anche ai più piccoli sono davvero perfetti, permettono di divertirsi tutti insieme. La divisione delle aree la trovo geniale per mantenere la serenitá di tutti i clienti (davvero tanti), e la sicurezza dei piú piccoli avendo tutto a loro misura.
Da quest'anno abbiamo imparato a conoscere anche il baby club, due animatori da mattina a sera disponibili, diversi spazi per diverse tipologie di gioco per grandi e piccini e i bambini (esperienza diretta) si divertono di sicuro. 
Noi quando vogliamo staccare veniamo qui e siamo sicuri del servizio.
Unica nota che forse migliorerei é la cucina per i piú piccoli. Sarebbe infatti previsto un menú dei piccoli ma spesso non é davvero invitante per loro, o almeno non per i piccoli piccoli. Ma tutto é relativo vista la varietá di pietanze che si trovano nell'area buffet con zuppe, minestre di tutti i tipi.
Questo é sicuramente uno dei nostri posti del cuore.
Con questo post partecipo all'iniziativa delle Wonder Mamas con Quimamme.it che vogliono scoprire i nostri posti del cuore.
Se volete raccontarlo anche voi basta che lasciate un commento a questo LINK, e se anche voi avete un blog o un sito e volete raccontarlo con un post portateci alla scoperta dei vostri posti preferiti.
 Le wonder Mamas sono pronte a partire alla scoperta di tutti i nostri posti del cuore.
Aspetto i vostri racconti,
Rà <3

mercoledì 18 febbraio 2015

[VIDEO] - Come decoro l'agenda Filofax

Oggi un video dedicato all'agenda. Filofax Domino - Agenda organizer piccola, colore viola Qualche settimana fa registrai il mio primo video di questa tipologia dove vi presentavo l'agenda in generale QUI , mentre oggi voglio decorare la settimana insieme a voi.
Per queste decorazioni utilizzo:

  • il set di nastri colorati di Ikea, 
  • un normografo acquistato in cartolibreria
  • pennarelli fini acquistati all'eurospin
  • foratrice classica
  • stickers vari
Io mi rilasso molto a decorare la settimana e poi a riempirla con appuntamenti, impegni e ricorrenze.
Fatemi sapere se vi è piaciuto il video, e sopratutto se anche voi tenete l'agenda e la decorate.
Vi lascio al video,
Rà <3

martedì 17 febbraio 2015

#Nannanelsuolettino: primo bilancio

Sono due settimane che Pietro dorme nel suo lettino (LEGGI QUI). Siamo stati sfortunati perchè dopo tre giorni dall'inizio di questo cambiamento si è ammalato, un bel febbrone da cavallo e tosse e raffreddore arrivati puntuali appena dopo averlo sfebbrato. Nonostante l'influenza siamo riusciti (ed è riuscito) a trascorrere le notti serenamente. Solo una nottata è stata molto difficile ma nemmeno il lettone lo aggradava.
Passata l'influenza tutto è proseguito molto naturalmente. A volte si sveglia, a volte perde il ciuccio, a volte verso mattina viene a chiamarci e in base all'ora o ce lo teniamo li con noi oppure lo riportiamo nel suo lettino. A volte alla mattina vado a sentire se respira e svegliarlo è difficilissimo solo il bibe con il latte ci riesce. 
In questi giorni pensando al post che volevo scrivere mi sono resa conto che sono estremamente felice che ognuno dorma nel proprio letto, ma che sono altrettanto felice che fino a due settimane fa invece la situazione era diversa. È stato super fare il cosleeping (ve ne parlai anche QUI), ma era giunto il momento di cambiare. 
Per il momento la nostra esperienza è positiva, e ne siamo felici. 
Lui sta avendo un scatto di crescita e credo che sia stato il momento giusto per lui per affrontare questo cambiamento. 
La prima settimana quando era arrivata l'ora della nanna 2 volte su 3 andava verso camera nostra e il lettone, ora invece va verso la sua cameretta e il suo lettino. Sono progressi e per ora sono soddisfatta della scelta, del lettino e di come abbiamo gestito questo importante passaggio.
So che l'argomento nanna è spesso delicato per genitori e figli e spero che raccontando la mia esperienza posso dare qualche spunto a voi. 
Rà <3

sabato 14 febbraio 2015

Mio marito mi invita a cena

Ebbene si, rientriamo nella fetta di società conformista, che festeggia le feste comandate tra cui S.valentino.
Nulla di eccezionalmente in grande, ma un cioccolatino, un fiore e un biglietto si. 
Poi succede che quest'anno tuo marito ti inviti a cena, per una settimana ci chiediamo dove andare (il nostro ristorante Top ha chiuso) fino a che lui decide e prenota. 
Succede che tu ragioni e ti rendi conto che non usciamo a cena io e lui da tantissimo tempo, e l'ultima volta siamo usciti per il tempo di una pizza per tornare ad addormentare Pietro. 
Succede che l'idea di uscire io e lui ti stuzzica e ti fa vivere la settimana sotto una diversa luce. 
Poi arriva, puntuale, la domanda del: e mo' che mi metto? Ma quella ormai la conosciamo. 
Non ho ancora deciso.
Succede che ingaggi i nonni per baby sitter e nel preciso momento in cui pronunci la frase: mi terresti Pietro... Gia ti manca un po'. 
Succede che per una volta va bene, è giusto per noi, per la coppia, cenare una volta riuscendo a finire le frasi, mangiare senza piegarsi a raccogliere stoviglie ogni due per tre, guardarsi negli occhi anche in silenzio. 
Che poi i discorsi saranno 99,9% su Pietro e noi famiglia, e che al dolce (per essere ottimisti) un messaggino ai nonni ci scapperà, e il ritorno a casa da lui sarà bellissimo...ci sta! 
Ma ve lo dico, non vedo l'ora di prepararmi, vestirmi e aggiustare il particolare per la nostra serata. 
Mi potreste dire  che si puó fare in quealsiasi altro weekend, e si avete ragione ma è bello farlo anche oggi. 
Ecco perchè festeggiamo S. Valentino.
Vi auguro di attorniarvi d'amore oggi e tutti gli altri 364 giorni dell'anno, e se anche voi questo giorno lo considerate una festa AUGURI!!!
Rà <3

venerdì 13 febbraio 2015

#cosavuoifaredagrande - Concorso matite di Junia

Oggi sono qui per parlarvi di un concorso che coinvolge i nostri bambini in primo piano.
Un concorso indetto da Junia Pharma che coinvolge i bambini fino ai 12 anni, ai quali è chiesto di esprimere con un disegno a colori che cosa vorrebbero fare da grande.
Pietro ancora è piccolo per disegnare cosa vorrebbe fare da grande, ma se lo potesse fare credo disegnerebbe una pentola, un mestolo e una cucina. Sono la sua passione, a vederlo tutti direbbero che da grande altro non potrà essere che uno chef.
Mi piace immortalarlo nelle sue imprese culinarie con pentole giocattolo e non solo, e riportare gli scatti nel suo album dei ricordi. Quando sarà grande sarà bello fare il confronto con i desideri che avrà allora e la propensione che dimostra adesso.
Probabilmente non farà lo chef, mi auguro solo possa fare ciò che vorrà, ciò che lo realizzerà come uomo, ciò che lo appassionerà. Gli auguro di seguire le sue attitudini, di imparare a conoscere se stesso per imboccare la retta via. Gli voglio anche mettere in conto che probabilmente sbagliera, potrà accadere, ma che fa parte della vita. L'importante è capirlo e ricominciare.
Non so cosa vorrà fare da grande il mio bambino, ma come mamma lo appoggerò orgogliosa, magari stando anche in disparte ma sempre presente, per farlo diventare ciò che lui vorrà.
E i vostri bambini cosa vogliono fare da grandi?
Per partecipare a questo concorso non serve altro che:
  • far disegnare i vostri bambini
  • inviare il disegno nella busta preaffrancata all'indirizzo Junia Pharma, via delle Lenze 216/b 56122 Pisa, scarica bando del concorso pdf compila il bando in ogni sua parte e firmalo. Oppure può invire il tutto all'indirizzo email matite@juniapharma.it ENTRO IL 30 APRILE 2015
  • Tutti i disegni saranno pubblicati sul sito Junia Pharma, e i disegni pervenuti non saranno restituiti.
  • Saranno scelti i 30 disegni migliori ad insindacabile giudizio di Junia pharma srl.
  • Gli auturo selezionati riceveranno una T-SHIRT ufficiale "matite di junia" con la stampa serigrafata del proprio disegno e il calendario ufficiale di junia Pharma contenente la riproduzione dei 12 disegni migliori.
  • Gli autori dei disegni saranno premiati a pisa presso a sede di Junia Pharma.
  • Tutto il regolamento lo trovate sul sito Junia Pharma.
Mi sembra un'iniziativa carina da fare con i nostri bambini, per partecipare al concorso ma anche per farci illustrare il loro futuro attraverso i loro occhi.
Rà <3

martedì 10 febbraio 2015

[Nonsolofoto] - Un weekend in montagna

Questo post avrei voluto metterlo online ieri, ma il pc si è rifiutato di collaborare, perciò ve lo propongo oggi.
Spero abbiate trascorso un weekend sereno, noi purtroppo tappati in casa con Pietro ancora malaticcio e particolarmente irrequieto. Così ho sistemato le foto del weekend passato.
Oggi voglio farvi vedere alcuni scatti del nostro scorso weekend in montagna.
I miei post fotografici, sono una sorta di album dei rcordi che voglio condividere con voi che ci seguite sempre con tanto affetto <3





























Come tornare bambini con la neve e tuo figlio che si stupisce davanti a tanta bellezza.
Rà <3

sabato 7 febbraio 2015

[Video] Top E Flop di Gennaio

Buon sabato, noi siamo ancora chiusi in casa con pietro influenzato, abbiamo trascorso una nottataccia tra i pianti di Pietro ma almeno è sabato e non si deve correre.
Ieri dopo qualche tentativo sono riuscita a registrare un nuovo video, dei prodotti che mi sono piaciuti e di quelli che invece non ho amato durante gennaio.
In questo video mi vedrete anche con gli occhiali nuovi, visto che gli altri sono stati rotti dal mio bimbo lo scorso weekend, fatemi sapere se vi piacciono <3.
Vi lascio al video e buon weekend,
Rà <3

martedì 3 febbraio 2015

Metodo "Montessori" per la messa a nanna: LA PRATICA

Qualche mese fa ormai vi parlai del Metodo montessori per la messa a nanna e della nostra volontà di cercare di metterlo in pratica con Pietro non appena sarebbe stato più indipendente (ancora non camminava) e grandino.
Bene quel momento è giunto, e da ieri sera abbiamo iniziato questa nuova fase.
Prima di raccontarvi come abbiamo trascorso la prima nottata volevo riprendere il discorso, per chi si fosse perso il post precedente, e spiegarvi come ci siamo organizzati.
Proprio in due parole voglio ricordare l'essenza del "Metodo montessori": Il bambino deve vivere in un ambiente a lui adatto e alla sua portata, per permettergli di muoversi ed esplorare nella piena libertà e sicurezza.
Ci siamo informati su quale fosse la soluzione più adatta per lui, per noi e pure per la sua cameretta. Alcuni letti, detti fouton sono di design e davvero costosi, altre soluzioni anche "fai da te" sono super economiche ma anche rustiche e non mi entusiasmavano del tutto. Ci siamo focalizzati su un lettino molto semplice, bianco, lungo 160 cm (un po' meno del letto singolo classico) e alto 22 cm.
Abbiamo scelto questa tipologia di letto non solo perchè è consigliato da questo filone montessoriano, ma anche e sopratutto perchè lo ritengo l'ideale per i bisogni di Pietro. Lui quando deve addormentarsi lo fa solo se siamo stesi accanto a lui, non ha bisogno di essere cullato, di guardare la tv, si avere un pupazzo...no lui vuole che noi gli stiamo stesi accanto, qualche coccola, una ninna nanna e lui è sereno. Il lettino con le sbarre non permetteva questo addormentamento e lui lo odiava. ecco che co questa soluzione noi ci stiamo vicini a lui, lui ha il suo letto adatto e sicuro e forse così ci ricaviamo i nostri spazi durante la notte.
Ho deciso di montarlo con Pietro presente, e non di aspettare un momento in cui lui fosse fuori o dormisse, per premettergli di essere partecipe ad un cambiamento che lo riguardava in prima persona. Ovviamente ci abbiamo impiegato un pochino di più ma lui era eccitato nel vedere scatole e cacciaviti nella sua stanza. 
Una volta montato e ancora solo con il materasso nuovo con ancora il cellophane ha passato circa due ore a salire-scendere-salire-scendere, con i suoi giocattoli, con le pentole... Io l'ho lasciato fare perchè per lui era un nuovo luogo dove poteva stare, dove riusciva ad arrivarci da solo, in autonomia.
Dopodichè l'abbiamo pulito e messo le lenzuola nuove, profumate e ci siamo messi li a far finta di far la nanna, anche se era ormai ora di cena...insieme.
Il giorno dopo gli ho fatto fare il pisolino pomeridiano li e così per un altro paio di giorni. Non abbiamo iniziato da subito a farlo dormire la notte perchè dopo due giorni saremmo partiti per la montagna e non volevo iniziare per poi dovergli cambiare abitudine (in montagna ha dormito con noi) e poi ricominciare una volta tornati a casa. Così abbiamo iniziato questa nuova esperienza ieri sera, di lunedì come quando si inizia la dieta.
E' andata bene, c'è stato un risveglio gestito con qualche coccola sul suo letto e poi si è svegliato questa mattina sentendo la mia sveglia (le porte delle due stanze sono frontali).
P.S.Nonostante sia più piccolo del letto classico, utilizzo le lenzuola normali (visto che ne avevo in casa) e ci stanno lo stesso, certo sul fondo le riprendo un po' di più ma almeno non devo comprare altre parure su misura.

Volete sapere se mi è mancato? Vi dico solo che ogni tanto mi svegliavo per sentire se lui dormiva, magari lo sentivo girarsi e stavo attenta che non si lamentasse. Vi devo anche dire però che è stato piacevole non svegliarsi con il braccio informicolato per una posizione sbagliata dovuta all'essere relegata sul bordo del letto, ed è stato piacevole stare abbracciata ad M. al centro del letto in tutta libertà.
Che dire questo è solo l'inizio, ora vedremo nei prossimi giorni e magari vi aggiorno.
Rà <3

lunedì 2 febbraio 2015

Foto improvvisate , emozioni assicurate!

Una domenica pomeriggio casualmente riusciamo a trovarci per una merenda di due persone speciali, Siza e il suo fidanzato. Ci siamo conosciuti grazie al blog e a internet quando Pietro era piccolino, in occasione del primo servizio fotagrafico di Pietro QUI.
In questa domenica pomeriggio, con una fotografa ispirata e la sua macchina fotografica non potevano mancare qualche scatto. Sono foto fatte così senza pensarci troppo ma che quando le ho riviste mi hanno (come al solito con le sue foto) emozionare.




























Foto by Siza Padovan - sizapadovan.com
Io le adoro, ma in particolar modo adoro lei e la passione che ci mette nel suo lavoro.
Rà <3
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica