domenica 30 novembre 2014

[Video] I preferiti di Novembre

Anche questo mese sono pronta a svelarvi quali sono stati i miei prodotti preferiti sia per quanto riguarda il beauty ma non solo. Ormai sapete che spazio tra vari argomenti senza troppi problemi.
Come al solito ad inizio mese penso di non avere grosse novità, invece quando si arriva alla fine qualche cosa c'è sempre.
Questo video tra l'altro sono felicissima di farlo in collaborazione di Roberta (Momokoplush) che adoro.
Spero come al solito di tenervi un po' di compagnia e di darvi anche qualche spunto. Se ancora non l'avete fatto iscrivetevi al mio canale youtube per lasciatemi nei commenti le vostre impressioni, i
vostri consigli e i vostri preferiti, mi raccomando <3.
I prodotti citati sono:
  • Hydra stick Mustela
  • Ciambella Shaka
  • Salviette intimo Fria (Bio)
  • Dentifricio Mentadent sensitive
  • Smalti Essence colour &go
  • Gocce asciugasmalto Essence
  • Smacchiatappo Dash e ammorbidente Lenor
  • Crema giorno DermaPlus Visage
  • Soft focus foundation Kiko
Rà ♥

venerdì 28 novembre 2014

Casa dolce casa - se SICURA-

Ho pensato di scrivere questo post già mesi fa, ma poi per impegni, altri post in programma , perdita d'ispirazione...insomma non l'avevo mai scritto.
Oggi sarà il giorno giusto.
Tra tutte le cose che cambiano con l'arrivo di un bambino dobbiamo per forza di cosa metterci anche la rivoluzione della nostra abitazione (grande o piccola che sia).
Nei primi mesi in effetti questo gran cambiamento non si nota, se non per la cameretta adibita, la culla in camera nostra e qualche oggetto di supporto.
Il problema si pone quando il vostro bimbo inizia a spostarsi autonomamente e riesce a raggiungere tutti gli angoli di casa vostra. Io in effetti questo problema ho iniziato ad averlo solo da luglio, visto che Pietro fino ad allora non si era lanciato col gattonamento.
I miei consigli si basano ovviamente solo dalla mia esperienza personale, sulla base di come è strutturato il nostro appartamento e da quello che Pietro cerca di fare maggiormente.

  • La prima cosa che vostro figlio punterà saranno tutti gli scaffali, cassetti, portine basse dei mobili (cucina, soggiorno,camere e bagno). Io ho posizionato in quegli scomparti solo cose sicure che non ho paura che lui possa rompere facendosi del male. Ad esempio in cucina a sua portata trova padelle e pentolame vario, scatole e bibite nelle bottiglie di blastica, accessori per dolci sempre di plastica. Tutto quelle cose in vetro, fragili o più delicate le ho spostate in alto. In camera o messo gli asciugamani e strofinacci per la casa. In bagno per fortuna non ho cassetti che lui riesce ad aprire perchè sono abbastanza alti e più duri, l'importante è togliere dalla loro portata tutto ciò che lui arrivandoci potrebbe ingerire (detersivi, saponi...)
  • Posizionare in bella vista i giochi del proprio bimbo sacrificando i nostri adorati soprammobili o gingilli che tanto ci piacciono. Io ho posizionato i vari giochi più ingombranti tra soggiorno e cameretta, Le costruzioni le ho ordinate all'interno di quei cassetti dell'ikea con gli scomparti e infilati sotto il divano sempre pronti all'uso. Tutti gli altri giochi sono messi alla rinfusa nei bidoni porta giochi sempre di Ikea
  • Un'altra attrativa Top per i nostri furbi figlioli sono le prese della corrente, ma per fortuna è facilmetne risolvibile mettendo quei copripresa di plastica che si trovano ormai in qualsiasi supermercato.
  • Un'altro consiglio che vi voglio dare in base alla mia esperienza è di abbassare sempre il copriwater, per evitare di dover recuperare 10 volte al giorno qualche oggettino. 
  • Sempre in bagno un'altra cosa che attira tutti i bambini sono il Bidet (e qui solo i francesi la scampano) che permette al bimbo di lavarsi da testa a piedi in pochi nano secondi, non importa se tu gli sei vicino...lui è velocissimo. Ma la peggior cosa di sempre è lo scopino. Quell'attrezzo che cose più sporche faticano ad esserci è per i nostri figli come il miele per gli orsacchiotti. Pietro l'ha spesso sfoderato allegramente come fosse il suo scettro del potere che Sailor Moon e le sue amiche non avevano nulla da invidiargli. Lo lavo spesso e se ho necessita che Pietro stia in bagno lo sposto in alto.
  • Ho comprato un cancelletto (sempre Ikea) che io ho posizionato fuori dalla porta d'entrata per evitare che Pietro cerchi di scendere le scale
  • Infine io da quando Pietro ha iniziato a star seduto da solo ho fatto veramente scorta di cuscini (grandi e piccoli) perchè all'inizio glieli mettevo attorno nel caso precipitasse. Li ho usati moltissimo quando faceva i suoi sonnellini sul divano o nel lettone e ora glieli metto sul tappetone come gioco, per un momento di ristoro quando ne ha voglia.
Credo di avervi detto tutto, probabilmente qualche cosa mi sarà sfuggita. Se voi avete cambiato altre cose lasciatemi un commento, che sono sempre molto interessata all'argomento.
Spero di avervi fatto sorridere e di esservi stata utile,
Rà <3


giovedì 27 novembre 2014

Un gioco 4 in 1 - Palestrina Baby Piano Tenere Scoperte

Qualche settimana fa Pietro ha ricevuto un gioco da testare, e chi meglio di lui mi può far capire se è un gioco funzionale, educativo e che riesce a stimolarlo. I giochi sono fatti e pensati per i bambini e loro sono i migliori tester in assoluto.
Abbiamo ricevuto la Palestrina Piano 4 in 1 di Fischer Price. Un gioco che nasce come una palestrina con tappeto morbido e arco dove appendere i 5 giochi(inclusi) ma che si trasforma con la crescita del bambino. Da palestrina classica, si può far diventare il tappeto un luogo di sviluppo motorio attancando il piano sul fondo di modo che con i piedini il bimbo possa azionare la musica, a tastierina da seduti a piano trasportabile.

martedì 25 novembre 2014

Giulia puccinelli di "mammemozioni"

Qualche settimana sempre grazie al web ho conosciuto Giulia e il suo progetto. Lei è una psicologa psicoterapeuta che ha intrapreso una nuova strada del suo mestiere. 
Siccome mi ha subito ispirato simpatia e semplicità ho deciso di dedicarle un piccolo spazio sul mio salottino virtuale per farvi conoscere una mamma che di lavoro fa la psicologa, in un modo un po' nuovo. Curiose di conoscerla? Allora leggete la piccola intervista che le ho fatto.

  • Ciao Giulia raccontami un po' di te e di come hai scelto la tua professione
Salve a tutti e grazie per questa intervista! Bè direi che è stata la professione a scegliere me e non viceversa! Mia mamma è psicologa e da sempre ho voluto fare lo stesso lavoro, quindi diciamo che sin dall'inizio ho orientato tutti i miei studi in quella direzione. Ho lavorato e fatto tirocinio in vari ambiti psicologici, ma poi ho capito che la mia aspirazione era quella di supportare le donne incinte, le neomamme e le loro famiglie. 
  • Come ti è venuta l'idea del sito internet e della consulenza online?
Sicuramente per esigenze prima pratiche e poi teoriche: ho un bimbo piccolo e organizzare il lavoro con l'aiuto dei nonni è sempre difficile. Inoltre, in questo periodo di crisi economica, credo sia una soluzione molto utile: si può usufruire delle prestazioni psicologiche praticamente sempre, dò appuntamenti telefonici o in chat anche dopo cena o nei giorni di festa e, restando a casa propria, non occorre ricorrere a baby sitter o a permessi di lavoro. 
Il costo è molto più basso. Ovviamente non si può fare una psicoterapia telefonica o via chat, ma per intervenire subito su problematiche specifiche della maternità, è senz'altro uno strumento efficace. In secondo luogo, scegliere di prendere un appuntamento in studio con uno psicologo, può essere emotivamente difficile; a volte si può pensare di avere dei dubbi poco importanti per contattare uno specialista, oppure vergognarsi per le proprie difficoltà. E' fin troppo facile lasciar perdere, far crescere dubbi e preoccupazioni sino a bloccarsi. Inviare una mail di consulto è molto più semplice e spesso può fare la differenza perchè se si interviene subito, molte volte, basta veramente poco per rasserenarsi.
  • Qual'è la soddisfazione più grande che ricavi dal tuo lavoro?
Vedere le persone che stanno meglio, senza darne merito a me. Aiutarle ad aiutarsi, lasciando a loro la percezione di aver fatto tutto da sole.
  • Come concili vita familiare e lavoro? Cosa porti della prima nella professione e viceversa?
Diciamo che ho la fortuna di avere una famiglia (a partire da mio marito) che mi supporta molto ed in più cerco di trovare delle soluzioni (come questa del lavoro on line) che mi permettano di essere il più presente possibile a casa. Nel mio lavoro porto sempre una parte di me, soprattutto i miei dubbi di mamma, cercando di utilizzarli per mettermi meglio nei panni delle persone che richiedono il mio aiuto. A casa invece, cerco di portare il meno possibile, solo i preziosi insegnamenti ricevuti dalle persone che sto aiutando.
Nel corso degli anni, nel mio lavoro e nella vita privata, mi sono resa conto di come di fronte a dubbi o incertezze, i genitori, prima di ascoltare le proprie emozioni, cerchino consigli di amici o parenti, o immergano il naso in testi di celebri specialisti. Spesso però, in questo modo si trovano soluzioni efficaci per certi bambini, ma non necessariamente per il proprio. Oggi poi, con la presenza degli smartphone, si fa molto prima a chiedere un'opinione su un forum, che fermarsi a cercare di capire come la pensiamo noi. Questo sito è mosso proprio dalla volontà di ritornare ad ascoltare se stessi, le proprie emozioni e quelle del proprio bambino, capendo cosa sia meglio per quella specifica famiglia. Propongo il concetto di "mammacometipare" che racchiude tutto questo significato: impara ad essere emotivamente competente e troverai la soluzione migliore.
(ovviamente non faccio riferimento a situazioni di genere medico, nel cui caso è d'obbigo il parere del pediatra)


Questa è Giulia, lei con il suo mondo e il suo lavoro che trovo innovativo nella sua semplicità. Vi invito ad andare a visitare il suo sito per conoscerla meglio e contattarla per qualsiasi quesito, lei sarà super disponibile. Voglio ringraziare Giulia per aver risposto a queste domande e avermi concesso la mia prima intervista.
Cosa ne pensate di questo progetto? Fatemelo sapere nei commenti,
Rà <3

Nuvole soffici - Giostrine per culla

Una settimana fa sono nati due bambini, due gemellini figli di una coppia di nostri amici.
Una coppia che cercava questa gravidanza da tanto tempo e che dopo tanta attesa è stata ripagata con l'arrivo di non uno ma bensì doni della vita. Due gemellini, un maschietto ed una femminuccia.
Se l'arrivo di un bambino è sempre una grande gioia, l'arrivo di una coppia di bambini fa sembrare il tutto ancor più magico.
Per l'arrivo di questi gemellini ho voluto provare a creare per loro qualcosina con le mie mani. Ho preso spunto come al solito dal web, ma in particolare da lei, la bravissima Federica della Sartoria dei confetti
-Prima di procedere con il post e mostrarvi le mie creazioni voglio fare una premessa per non creare disagi o malumori.-
Scrivo questo post con il "benestare" di Federica alla quale ho chiesto precedentemente un parere visto che ho palesemente preso spunto dalle sue magnifiche creazioni.
Detto questo, direi che è tempo di farvi vedere qualche scatto fatto prima di impacchettarle e consegnarle.

Nuvole e stelle che accompagneranno il dolce sonno di questi due fagottini.
Un'atmosfera di pace, serenità e dolcezza...quando ho terminato il primo è quello che ho pensato guardandolo.
Vi devo anche confessare che quando ho avuto a che fare con tutte queste sfumature di rosa all'inizio mi è sembrato quasi strano. Troppo abituata ai colori maschili e vabbè al verde...ma che ve lo dico a fare, ormai mi conoscete!
Ecco, queste sono le mie prime due giostrine create con il cuore per due cuccioli. Io sono soddisfatta del risultato, certo non saranno perfette ma so di aver reso felice una mamma e spero possano portare un tocco di colore in più nella loro cameretta.
Vi piacciono?
Rà <3

venerdì 21 novembre 2014

[Vita da mamme] - Consigli

Eccoci con un altro appuntamento di questa rubrica dove cerco di parlarvi di prodotti che mi sono piaciuti e che ritengo utili anche per voi.
In questo video vi parlo di:
  • un termometro Mebby che trovo geniale 
  • Delle salviette cambio Pillo
Inoltre, colgo l'occasione in questo post di darvi qualche informazione utile riguardante gli spacci Pillo.
Ho avuto la possibilità di confrontarmi con la responsabile dello spaccio dove acuiqto io i pannolini e le salviette, la quale mi ha spiegato un pochino il meccanismo. Siccome molte di voi mi hanno scritto sulla difficoltà di reperire uno spaccio nelle vicinanze di casa, ho voluto capirne di più.
Gli spacci presenti sul territorio nazionale hanno una zona ciascuno di copertura. quindi lo spaccio di Vicenza, per capirci, copre la provincia e un pezzettino di provincia di Verona. Può spedire online ma solo nella zona ricoperta dallo stesso. Il problema è che non ci sono spacci per ogni provincia e a volte nemmeno per ogni regione. Quello che mi consigliava la responsabile se non avete uno spaccio vicino a casa, è di contattare lo spaccio più vicino (anche se è in una regione diversa) e chiedere se coprono anche la vostra zona. L'elenco degli spacci li trovate sul sito Pillo. Provate a contattarli anche se sarebbe bello ce ne fossero un po' di più di questi spacci vista la qualità del prodotto.
Se avete alre domande non esitate a lasciarmi un comemnto o scrivermi in privato.
Vi lascio al video,
Rà <3

Un augurio grande come una Casa

In questi giorni è partito un bellissimo progetto di Cameo MUuMuu "Un augurio grande come una casa", volto a sostenere i bambini dell' AIL (associazione Italiana contro le Leucemie, linfomi e mieloma).
Cameo, in occasione del compleanno di MuuMuu ha deciso di effettuare una donazione destinata al funzionamento delle case alloggio AIL, luoghi di rifugio e di conforto, dove i bambini e i ragazzi ospitati gratuitamente insieme ai familiari, possono continuare le cure in un ambiente confortevole e sereno vicino al centro medico di riferimento.
Io oggi vi parlo di questa iniziativa perchè NOI possiamo aumentare la donazione. Come? Attraverso ad una raccolta fondi online possiamo far si che MuuMuu doni di più. Chiunque abbia un profilo social può postare su Facebook, Twitter o Instagram una foto che abbia come tema gli auguri di buon compleanno a MuuMuu, accompagnandola dall'hashtag #auguriMuuMuuXAIL. Per ogni post realizzato con queste caratteristiche Cameo MuuMuu devolverà 1 euro ad AIL. L'iniziativa è valida fino al 31 gennaio.
Che aspettate??? I bambini di AIL hanno bisogno anche del nostro aiuto. Postate e taggate tutte lòe foto che volete, per sostenere questa preziosa iniziativa.
Io domani sarò presente come mamma blogger alla festa di compleanno di MuuMuu con finalità benfica per approffondire questa nobile causa.
Voi se volete saperne di più collegatevi direttamente al sito www.auguri.muumuu.it e mi raccomando postate, postate, postate!
Facciamo del bene anche grazie al web!
Rà <3

giovedì 20 novembre 2014

Inserimento al nido - istruzioni per l'uso

Al quinto giorno di inderimento al nido, anche se non è concluso del tutto, mi sento pronta per raccontarvi la nostra esperienza.
Sì, perchè non è un'esperienza che vice solo nostro figlio ma è un'esperienza importante anche per noi genitori. 
[premessa] Io sono pro asilo nido, l'ho frequentato io stessa e sono convinta che sia una struttura utile e stimolante per i bambini e per le famiglie.
Dopo questa premessa vi racconto questo inizio per noi.
Curiosità. In me i primi giorni c'era tantissima curiosità di vedere Pietro in uno spazio a misura di bambino in tutto e per tutto, in un ambiente con i suoi coetanei (è un gruppo di 10 bambini misto dagli 11 mesi ai 2-3 anni), con una maestra che avrebbe focalizzato come punto di riferimento. 
Ammetto di averlo spiato per vedere com'era, cosa faceva e come si atteggiava. Credetemi che nonostante noi mamme conosciamo i nostri bimbi, nello spiarli rimaniamo spesso sorpresi da loro. 
Possibilità di fare nuove esperienze. Sì, vedo questa esperienza come un'oppurtunità che sto dando a mio figlio di socializzare, di giocare, di cambiare ambiente per qualche ora, di crescere con altri bambini, facendo solo cose da bambini.
C'è stata la "delusione" da parte mia del primo -non pianto- per averlo lasciato li. Tutte le altre mamme si sono complimentate con me e io sorridevo pensando: "ma perchè non ha pianto? Già non gli interessa più di me?". Poi si è rifatto con interessi quando sono andata a riprenderlo e la volta successiva, facendo risalire il mio "figlismo". 
Certo ci sono anche i sensi di colpa e le mille domande: se è proprio giusto, se starà bene, se...ma...se. E quando mai mancano ste domande??
E poi c'è la mammite acuta per le due-tre ore successive, in cui esistono solo coccole, coccole e coccole. La parte speciale conclusiva. 
L'inserimento è ancora in corso ma io sono felice per lui e pure un po' per me. 
E voi come l'avete vissuto l'inserimento!? 
Vi ritrovate nelle mie parole?
Rà <3


mercoledì 19 novembre 2014

Aria di Natale in attesa dei mercatini

Ieri mattina appena sveglia, sono andata in cucina a scaldarmi la colazione mentre Pietro ancora dormiva...e ho sentito freddo, tanto da farmi alzare per andare a coprirmi con una felpa bella calda. Ultimamente non avevo avvertito questa sensazione di prima mattina.
Dopo aver svegliato Pietro, avergli dato la colazione e averlo vestito siamo usciti e ci ha accolto un'aria frizzante, fresca e un sole luminoso che non vedevamo da troppi giorni. 
Ci siamo diretti verso l'asilo e alla nostra giornata ed eccola là. Maestosa, bianca, luminosa, fredda. La neve
Durante la notte, mentre a casa nostra pioveva, nelle montagne vicine era nevicato. La prima neve della stagione. La prima neve porta con sè sempre un atmosfera magica, ti ricorda che si avvicina la stagione più fredda (metereologicamente) ma la più calda perchè ricca di feste, di star in famiglia, di affetto, di camini accessi e maglioni caldi. Si trovo questo periodo dell'anno uno dei più belli. 
Beh la prima neve ti ricorda che si sta avvicinando il Natale. Si avvicinano anche i mercatini tipici con tutte quelle bancarelle contornate da lucette e zeppe do cose buone e belle, artigianali e originali. Quando vivevo a Trento spesso durante il periodo dei mercatini ci concedevamo un vin brulè caldo in compagnia, una frittella e subito entravo in un'atmosfera quasi da fiaba. 
L'anno scorso con Pietro piccolo e altri impegni non abbiamo visitato praticamente nessun mercatino, ma quest'anno non ce li lasceremo sfuggire. Se anche voi siete degli appassionati vi lascio questo link alla guida ufficiale  di tutti i mercatini più belli QUI.
E mentre conto i giorni che mi separano per poter allestire l'albero mi immergo nei preparativi, che vi mostreró presto! 
Rà <3

lunedì 17 novembre 2014

Lidl addicted

Ok, oggi non avevo in programma questo post-video, e nemmeno ieri era in programma "il non publicare" il post sulla giornata dedicata ai cuccioli prematuri, ma per un incastro di cose ieri è saltato il post e oggi vi beccate questo video un po' pazzerello.
Non è che ora vi voglio far un video per la qualsiasi cavolata che compro, no no no...ma siccome è un periodo che proprio amo andare al Lidl curiosare tra le offerte (tutte le cose comprate si sono rivelati ottimi acquisti) e si sta avvicinando il Natale e con lui tutte le cosine natalizie, ieri non ho resistito e sono andata a far un po' di shopping Lidloso -ok so che non esiste questa parola!-.
Vabbè ho trovato cosine carinissime, che non vi anticpo (vedrete tutto sul video) e sono già andata a spulciare il volantino delle prossime offerte...
Ditemi che non sono l'unica così presa male da questo supermercato. che poi il bello è che io li non ci vado a far la spesa...li salto proprio le corsie del cibo, acquisto solo i pannolini per Pietro (ora un po' meno perchè sono in love con i Pillo).
Vista la pioggia e che Pietrro era tranquillo ho fatto anche un mini giretto all'OVS.
Vabbè che dire, vi lascio al video e tranquilli che da domani tono con qualche post serio XD.

mercoledì 12 novembre 2014

[Nonsolofoto] - 1 laurea...tante foto

Ebbene finalmente riesco a mostrarvi qualche scatto fatto in occasione della laurea di mio fratello, avvenuta ben tre settimane fa.
Lo so, da me si direbbe "passato il santo, passato il miracolo" ma nonostante tutto le foto sono sempre piacevoli ricordi da rivedere e sfogliare.
Non sono foto professionali, ma sono le nostre.
Sono quelle che ogni tanto mi metto li a sceglierle e a far sviluppare per averle su carta e non solo digitali.
Quelle che mi suscitano una risata o anche una lacrima per un'emozione più forte.

Quelle che Pietro potrà riguardarsi quando sarà più grande e mi chiederà di com'era da piccolo.


Quelle che ci immortalano in momenti felici o di ordinaria quotidianità.























Rà <3

martedì 11 novembre 2014

Letterina a Babbo Natale

Come anticipato nel post di ieri, con quello di oggi inizieranno una serie di post (diversi tra loro) che avranno come filo conduttore il magnifico tema del Natale.
Per me che ogni anno aspetto trepidante la vigilia e poi il 25 Dicembre, per me che non vedo l'ora di fare l'albero e mettere tutte le lucine che rallegrano la casa, per me che già da settembre inizio a pensare ai regali da fare e poi mi ritrovo la vigilia tutta trafelata, per me che cioccolta calda e savoiardi è sinonimo di Natale in famiglia...insomma per me che se fosse Natale tutto l'anno mi andrebbe bene...una serie di post così mi sembrava d'obbligo.
In questo primo post vi parlerò della cosa più magica del natale per i nostri bambini. La letterina a Babbo Natale e l'atmosfera magnifica che gira attorno a questo simpatico omore rosso.

E' infatti in questo periodo dell'anno che si inizia a far scrivere ai bambini i loro desideri, quale cosa migliore se non spedire la letterina all'indirizzo giusto di babbo natale per riceve entro Natale una sua risposta? Vi immaginate lo stupore e la gioia dei nostri cuccioli nel ricevere la risposta proprio da lui?
Beh grazie ai gruppi su Facebook delle mamme sono venuta a conoscenza di questa bellissima iniziativa, anzi se la mamma che aveva scritto questa notizia mi dovesse leggere voglio ringraziarla per aver condiviso questa informazione.
La letterina potrete scriverla tranquillamente in italiano e potrete spedirla entro fine novembre, in modo da poter ricevere la risposta entro natale.

L'INDIRIZZO DI BABBO NATALE E':
SANTA KLAUS KLOSTERSTRASSE, 23 D. 16798 HIMMELPFHORT

Beh che aspettate??? Correte a far scrivere la letterina ai vostri figli, nipoti...lo stupore e la felicità sarà bellissima!
Rà <3

[Haul] Baby shopping #2

Come vi avevo anticipato sabato QUI, dopo la prima scorpacciata di shopping per la nuova stagione per pietro ne abbiamo fatta un'altra cambiando i negozi.
Ho deciso di registrare anche questo perchè ho scoperto un nuovo negozio che devo dire mi è piaciuto, quindi spero di poter darvi qualche consiglio e spunto nuovo.
Ovviamente gli scarponcini non li ho trovati e mi sa che ormai me ne farò una ragione, sarà per l'anno prossimo...
Prima di lasciarvi al video voglio anticiparvi che da domani inizierò una serie di post dedicati al Natale, non saranno tutti uguali ma avranno come filo conduttore questo fantastico tema che io aspetto ogni anno con ansia. Sì sono una di quelle che vorrebbe già l'albero di Natale a novembre.
Spero vi piaceranno e che li apprezzerete.
Ora vi lascio al video,
Rà <3

lunedì 10 novembre 2014

#inviaggioconChicco a Marcon per parlare di tecnologia e bambini

Venerdì, come sapete, ho avuto il piacere di essere presente come blogger e come mamma all'evento #inviaggioconChicco a Marcon. L'evento, tenuto da Tata Francesca Valla, vergeva sul delicato argomento della tecnologia e i bambini (vi lascio il link del mio post dedicato all'argomento QUI).

Che dirvi è stato davvero bello poter pateciparvi, poter ascoltare i dubbi e le perplessità degli altri genitori e sopratutto ascoltare i consigli, gli imput e gli spunti su cui riflettere lanciati da tata Francesca (una persona deliziosa).
Cercherò di racchiudere nelle righe qui di seguito quali sono stati i punti focali dell'incontro.
In primis, appunto, si è parlato di tecnologia e dei nostri figli che spesso vengono definiti nativi digitali, ma questo non significa che loro sappiano già che cos'è la tecnologia nel senso ampio del termine. Siamo noi genitori che anche in questo campo svolgiamo un ruolo fondamentale, perchè è e sarà nostro compito guidarli nella scoperta di essa. Un altro aspetto, direi fondamentale, emerso è che dovremmo dire sì alla tecnologia (in base ovviamente all'età dei nostri bimbi) ma solo se viene controllata e regolata dall'adulto.
La Chicco ha da poco lanciato il nuovo tablet a misura di bambino con tutta una serie di impostazioni tra le quali il timer e le app idonee per i nostri figli. Questi tablet  vanno preferiti a quelli che usiamo noi perchè ovviamente hanno delle protezioni in più (no finestre pop-up ad esempio).
Un consiglio di tata Francesca che mi sento di condividere con voi, riguarda il momento del dopo-gioco col tablet dove solitamente i bambini si disperano. Il consiglio in questione è quello di cercare di trattare il tablet -agli occhi dei nostri figli- come uno dei tanti altri giochi che ci sono in casa, evitando così di creare quell'aurea di troppa importanza attorno all'oggetto in questione.
Questo in sistesi quello che è emerso maggiormente sul discorso riguardante la tecnologia.
Come previsto, le domande e i dubbi degli altri genitori presenti hanno poi virato anche in altre direzioni: pappa, nanna e capricci. Devo dire che Francesca Valla ha condiviso con noi moltissimi consigli utili.
Sì alla pappa tutti insieme, senza tv e senza giochi di intrattenimento. Rafforziamo le relazioni!
Il momento della nanna: un rituale tutto personale e da gestire nella completa serenità del bambino e dei genitori. Non c'è una regola per tutti.
Le punizioni funzionano nel momento in cui le diamo, ma a lungo termine hanno più effetti negativi che positivi, meglio ovviare con il dialogo.
Noi blogger (Lara di Nasce Cresce e Rompe e Valentina di Mammasfigata) con Francesca Valla
Io ho fatto tesoro di tutto quello che è stato detto, sono stata felicissima di aver potuto essere presente e mi auguro ci saranno anche altre occasioni perchè il confronto con esperti e i consigli per noi genitori sono sempre molto utili.
PHOTO BY RACHELE ASNICAR - NONSOLOINCINTA
Anche questo evento mi ha permesso di conoscere e rincontrare altre mamme blogger che è sempre bellissimo. 
Se avete altre domande sull'evento lasciatemi un commento.
Rà <3





sabato 8 novembre 2014

[Haul] Baby shopping: original marines, benetton, brums...

Vista la crescita repentina delle ultime settimane di Pietro siamo dovuti ricorrere ad un po' di shopping per lui. 
Le cose che vi faccio vedere come dico nel video sono state comprate in momenti diversi ma le ho raggruppate tutte insieme. 
Mentre voi guardate questo video io sto comprando altre cosine per completare il guardaroba autunno inverno e magari vi mostreró i nuovi acquisti in un prossimo video. 
Spero possiate trovare qualche spunto e idea. Vi auguro un buon weekend,
Rà <3

mercoledì 5 novembre 2014

Bimbi e tecnologia

Da qualche giorno sui social vi sto chiedendo le vostre opinioni su un argomento davvero attuale ma sopratutto tanto delicato e discusso tra genitori, educatori e specialisti.
Viviamo nel 2014 e parlare di tecnologia è come parlare del tempo perchè la tecnologia sta ovunque. Sta nelle case, nell'industria, negli ospedali, nella ricerca. Viviamo in un mondo tecnologico. Questo direi che è un dato di fatto.
Sinceramente credo anche, che noi siamo constantemente dipendenti da essa, e questa dipendenza è graduale ma sempre in aumento.
Prima di dirvi come penso di gestire io l'approccio di Pietro alla tecnologia vi racconto la mia esperienza. Vi parlo anche dal punto di vista di una ragazza 23enne.
Il mio primo cellulare l'ho avuto con i punti della Coca Cola in prima media, il computer l'avevamo in casa già da quando avevo 8-9 anni, i video giochi anche da prima. Ho seguito l'evulozione di tutti questi strumenti e lo ammetto, il nuovo modello dell'uno o dell'altro hanno sempre attirato la mia attenzione. Con i primi guadagni ottenuti dai lavori estivi mi sono voluta comprare il pc portatile, poi è arrivato il tablet e il telefono di ultima generazione. All'università prendevo gli appunti con il tablet snobbando un pochino carta e penna e sono una di quelle cche appena arriva in un posto si assicura di avere la rete 3G o qualche linea wi-fi disponibile. Prima di addormentarmi scorro le varie bacheche dei miei social e appena sveglia, mentre preparo il latte a Pietro, faccio altrettanto.
Sono, però, anche consapevole di questa mia dipendenza e riesco a staccarmi completamente quando sono impegnata in altro: giocare con mio figlio, in compagnia con gli amici, prani, gite...ecc
Tutto questo per dire che cosa? Per dire che io vivo con la tecnologia, la vedo come una compagna che spesso ci facilita la vita e non come una cosa che nuoce. Nonostante la dipendenza, che riconosco, so anche che ho scelto io di averla così presente nella mia quotidianità. La vedo probabilmente così perchè, nel mio piccolo, non permetto che essa sia un effetto negativo per la nostra vita. Come per tante altre cose cerco di cogliere solo le cose positive di ogni cosa, anche di questa. 
Da quando è arrivato Pietro le nostre abitudini non sono cambiate (reputandole giuste per noi) e lui con noi vive attorniato da moltissimi strumenti hi-tech. Non li usa ancora, ovviamente, ma presto potrebbe iniziare ed io non glielo vieterò.
Gli darò delle regole assolutamente si,  porró dei paletti per evitare un comportamento anarchico, lo guiderò da vicino e anche da lontano, lo sorveglierò e ultimo ma non di importanza gli darò un esempio concreto con l'utilizzo che facciamo io e suo padre. Così per la tecnologia come per tutte le altre cose che fanno parte del nostro quotidiano.
Gli spiegheró l'importanza della tecnologia così come dell'importanza dei libri, dei giochi creativi, dei giochi fatti completamente di legno, delle costruzioni, della pittura, delle attività all'aria aperta, degli affetti, dell'amicizia...di tutto quello che riterró indispensabile per il suo sviluppo.
Questo è quello che penso io della tecnologia, sono curiosa di confrontarmi con gli esperti per avere delle risposte più tecniche e magari approffondire più che altro gli effetti delle onde magnetiche che sono sempre temi poco chiari. 
E voi da che parte state? 
Rà <3

[Life] Update #2

Dal mese scorso io e Adriana abbiamo iniziato a fare questo video mensile dove vi parkiamo dei progressi deii nostri cuccioli, delle novità che li riguardano e in caso di problematiche o eventi che hanno avuto.
Questo video è diventato un po' coomico visto che con me avevo il principino e ora capite perchè evito di registtrare i video con lui sveglio in circolazione.
Le novità di questo mese sono tutto positive per fortuna, alcune le sapete già ma spero il video vi piaccia e vi strappi qualche sorriso!
Vi lascio al video,
Rà <3

martedì 4 novembre 2014

I preferiti di Ottobre - TOP 10-

Visto che io adoro guardare questa tipologia di video delle altre youtuber, ho pensato di farlo anche io visto cche il mese scorso ho provato ad acquistare diversi nuovi prodotti che mi hanno lasciata piacevolmente stupita.
Si sa quando si provano prodotti diversi non è sempre detto che ci troveremo bene, e quando invece accade è proprio bello, sopratutto se questi prodotti sono della fascia economica (tanti sono del supermercato) e hanno anche un inci accettabile.
Non vi annoio con altre chiacchere e vi lascio al video. fatemi sapere se usate o avete usato in passato anche voi alcuni di questi prodotti e se vi siete trovati bene.
Rà <3

lunedì 3 novembre 2014

Il vasino del Re

Ormai un mese fa ordinai online il Vasino del Re della Fischer Price. Questo è il negozio che vi avevo consigliato e che vi aveva messo a disposizione uno sconto mesi fa, come sempre sono stati impeccabili, veloci e disponibili per informazioni ulteriori.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica