martedì 7 ottobre 2014

L'istinto dei genitori

Qualche tempo fa una di voi mi lasciò un commento molto interessante. Era in occasione del post che dedicai al "metodo Montessori". Questa mamma mi raccontò appunto che lei e il marito arrivarono alla soluzione del letto montessoriano senza essere a conoscenza che si trattava di un metodo affermato e noto. Loro avevano "costruito" questo lettino basso per la loro bimba seguendo il loro istinto. Il loro istinto da genitori.
Quel commento mi fece riflettere molto su questo argomento, perchè ssere genitori (e me ne rendo conto ogni giorno di più) è davvero faticoso, anche se bellissimo e ripagante. E' faticoso perchè, almeno personalmente, spesso mi interrogo su cosa sia meglio per mio figlio, se sto facendo o meno la cosa giusta, se sto sbagliando...
E' faticoso perchè a volte prendiamo per oro colato quello che ci viene detto, insegnato, tramandato...e non sempre riusciamo a cogliere le differenze che ci permettono di lavorare in modo esclusivo.
E' faticoso perchè essere genitori è un esame continuo dove però non c'è un docente a dirti che stai facendo bene, che ti da un 30 o che ti boccia. C'è "solo" tuo figlio che cresce giorno dopo giorno e solo standogli vicino, crescendolo e cercando di educarlo nei migliori dei modi saprai se hai fatto bene o se hai sbagliato.
Ma come ho detto all'inizio essere genitori non è solo faticoso -ci mancherebbe-, è anche l'esperienza di vita più bella, la più avvincente e sicuramente la più appagante.
Per questo motivo credo che per vivercela al meglio, limitare i sensi di colpa (che spesso ci poniamo) e godercela appieno dovremmo seguire più spesso il nostro istinto, dobbiamo tenerlo maggiomente in considerazione anche quando viene ignorato e se necessario fatto valere.
La famiglia di prima ha seguito il loro istinto e la loro bimba ha ritrovato un po' di equilibrio per la nanna, questa cosa è bellissima.
Ogni genitore, ogni coppia di genitori e ogni figlio hanno davvero percorsi diversi, visioni delle cose diverse e le risposte per forza saranno diverse. Questo è da vedere come una cosa preziosa e non un difetto nell'essere diversi dagli altri. 
Insomma visto che mi interrogo giornalmente su questi argomenti, probabilmente ne sarà uscito un post un po' caotico ma spero di significato. 
Voi cosa ne pensate? 
Rà <3

4 commenti:

  1. L'istinto e l'amore di un genitore verso il proprio figlio sono la cura migliore, indipendentemente da libri, consigli, pareri esperti e compagnia.
    Certo, autoreferenziarsi non va bene ed è sempre utile un confronto. E' bene porsi delle domande, avere dei dubbi, avere dei momenti di smarrimento, ma alla fine la soluzione migliore credo sia sempre seguire il proprio cuore e ascoltare i bisogni del proprio bambino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, il confronto è importante e guai se va a mancare...però ascoltare il nostro bimbo è indispensabile. ci troviamo d'accrordo! <3

      Elimina
  2. Quando arriva un bimbo, sono sempre tutti pronti a darti mille consigli, a dirti cosa è meglio fare e cosa no...Col fatto che, soprattutto se si è alla prima esperienza da genitore, la cosa non aiuta per niente, anzi destabilizza e rischia di ottenere l'effetto opposto. Io ritengo che ogni mamma sappia cos'è meglio per SUO figlio (e non è detto che sia meglio per quello di un'altra), perciò credo che la cosa giusta sia affidarci al nostro istinto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti...<3 E' bello pensare di essere speciali per i nostri bimbi e sapere che noi possiamo sapere di cosa hanno bisogno. <3

      Elimina

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica