venerdì 8 agosto 2014

Metodo "Montessori" per la messa a nanna dei bimbi

Non so se già conoscete questo "metodo" di messa a nanna montessoriano, ma a me sta ispirando parecchio e credo che lo metterò in atto a breve.
Andado con ordine, Pietro da quando ho smesso di allattare ha iniziato a dormire dalle 21-21:30 alle 8-8:30-9:00 del mattino...UN LUSSO! Però...c'è un però ad un certo punto della notte mugugna svegliandoci...ma sneza svegliarsi a sua volta fino a che non lo portiamo nel lettone! Se fino a qualche settimana fa queesto non ci recava alcun problema...anzi il trovarcelo a fianco al mattino, nostante i risvegli fatti di pedate in viso, pugnetti o ditini che si infilano nel naso, in bocca o nelle orecchie...si lui ci sveglia così il mattino ^-^. da quando ha imparato ad alzarzi autonomamente in piandi, mettersi a cavlacioni, girarsi come una trottola ecco che averlo in mezzo non è più così solo piacere, coccole e amore...ma è svegliarsi col mal di schiena, essere in bilico sulla fine del materasso per fare posto a lui che si mette di traverso o tutto contorto...eccetera....eccetera!
Così come al mio solito, ormai lo sapete, sono andata in internet a leggere qualche consiglio...e mi sono imbattuta su questa filosia montessoriana, che riprende proprio dagli insegnamenti portati avanti da Montessori.
Il principio su cui si basano molti insegnamenti di questo "filone" è molto semplice: Il bambino deve vivere in un ambiente a lui adatto e alla sua portata, per permettergli di muoversi ed esplorare nella piena libertàe sicurezza. Ecco che anche la messa a nanna del bimbo dovrebbe seguire certe linee guida, come la sostituzione del classico lettino con le sbarre con un lettino stile fouton alto al massimo 20-25 cm da terra, così che il bimbo possa sentirsi "libero" anche durante la nanna.
Ci sono dei letttini di design che rispecchiano queste caratterestiche o chi opta per il fai da te, chiedendo aiuto al famigname o semplicemente posizionando dei materassini sotto il vero materasso e posizionando un tappeto a fianco.
Questo metodo permette al genitore di addormentare il bimbo sdraiandosi accanto, senza doverlo addormentare sul lettone (come facciamo noi) o sul lettino provocandosi una scogliosi assicurata, e al bambino di andare dalla mamma autonomamente quando si sveglia.
Mi sto ancora informando bene, ma credo che appena pietro camminerà ci voglio almeno provare, perchè mi affascina molto.
Voi lo conoscete? Lo avete attuato? Avete dei consigli da darmi?
Rà <3


16 commenti:

  1. Ciao Ra qst metodo ne ho sentito parlare e penso che è un metodo giusto xo penso all età giusta xke penso fino a qnd il bambino nn inizia a camminar a esser un pochino indipendente e a capir il senso del pericolo se si butta dal letto senza sponde è meglio tenerlo ancora un po' nel classico lettino almeno io aspetterò un altro pochino prima di metterlo nel lettino senza sbarra quindi dai tempo al tempo un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche io infatti lo voglio provare da quando camminerà. Beh la mia idea e di mettere un tappeto, la rete a doghe e quindi il materasso con a fianco due o tre tappetoni nel caso scivolasse dal materasso. Ma il tutto sarà molto basso appunto a 20 cm da terra, non puó farsi del male...:)

      Elimina
  2. L'ha usato una mia amica ma il problema e' che la bimba anche ora che ha 4 anni, da sola non si addormenta. Io comunque pur che dormano sarei disposta a provare tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la serie tentar non nuoce...ma anche non illudiamoci troppo eh??? Baci

      Elimina
  3. io optato per il materassino accanto al lettino classico... ma e'servito poco: tutti e 3 miei figli hanno accettato di dormire da soli senza tuffarsi dalle spondine! lo so... sono moooolto fortunata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So della tonfa della notte stessa del cucciolino ma penso sia stato un vero caso...comunque penso che per iniziare adottero lo stile letto passo fouton per eliminare rischio di cadute! :)

      Elimina
  4. Ciao, passo di qui x la prima volta incuriosita dal titolo visto sul gruppo di Fb! ;) L'ha provato una mia amica mettendo dei bancali sotto il materasso e tappeti ai lati. Lui si sente grande e orgoglioso e sembra funzionare!! Lui ha iniziato all'anno e mezzo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, innanzitutto benvenuta nel mio spazietto virtuale, spero ti piacerà. Inoltre grazie mille per la tua testimonianza, fanno sempre bene e aiutano a fare nuovi tentativi ed esperienze! Spero a presto! <3

      Elimina
  5. Ciao, ti ho nominata nella classifica Top of the post del blog MAM (Mamma Aiuta Mamma)
    http://mammaaiutamamma2014.blogspot.it/2014/08/top-of-post-11-agosto-2014.html

    :-)

    RispondiElimina
  6. Io ho tolto le sbarre da un lato e abbassato il lettino del nano la scorsa estate, a quasi due anni, permettendogli così di venire nel lettone quando aveva bisogno e farlo sentire libero.
    Funziona e, dopo la lettura della sera nel lettone, se ne va a nanna da solo...peccato che due notti su tre verso le cinque del mattino arrivi a mettersi di traverso nel nostro letto e tirare calci e pugni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo il lettino che abbiamo essendo "antico" non ha la possobilita di abbassare una spondina o di toglierla... Beh ne so qualcosa di calci, pugni e risvegli "violenti", mi sento meno sola :):):)

      Elimina
  7. Sinceramente al letto montessoriano ci sono arrivata da sola senza leggere nulla.
    Disperata perchè avendo una bimba che odia le sbarre oltre che muoversi spesso durante la notte, ho prima tolto la barra davanti e messo un materassino davanti, ma mia figlia scivolando fuori si svegliava comunque....un giorno mio marito, visto che dovevamo buttare il materasso matrimoniale, ha avuto la geniale idea di metterlo per terra in camera della bimba....Da quel momento in poi ha cominciato a dormire tutta la notte o al massimo una volta (invece che decine)...comodo per lei...comodo per lei che nel caso abbia bisogno possiamo metterci accanto a lei senza farci venire mal di schiena. Parlando con la pediatra ho scoperto che era il metodo montessoriano (ma perchè nessuno ne parla quando sei incinta ?). Ora che ha due anni e mezzo abbiamo preso una rete, tagliato a metà le gambe della rete, così lei può salire e scendere senza problemi. Per l'addormentamento dobbiamo ancora lavorarci, ora vuole solo addormentarsi nel lettone con la sua mamma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, questo tuo commento è la conferma che noi genitori dobbiamo dare molta importanza ai nostri istinti, perchè noi conosciamo i nostri bambini meglio di chiunque altro e cerchiamo sempre di aiutarli nella loro crescita. Mi hai ispirato un post da fare, grazie <3
      Anche qui l'addormentamento è così, solo sul lettone abbracciati...però almeno ce li coccoliamo dai <3

      Elimina
  8. Ottimo il metodo della Montessori, ecco allora perchè a ikea ho visto parecchi lettini bassi bassi a differenza di quelli che si vedono nei vari mobilifici, addirittura da ikea sono del tipo che si allungano con la crescita del pargolo.
    Magari si sono ispirati alla Montessori.

    Il mio piccolino di 20 mesi....ha sempre dormito nella sua culletta, ma quando ho iniziato a svezzarlo, a sei mesi, ero così stanca che siccome dovevo farlo solo più a colazione o la sera tardi, ho iniziato a farlo nel lettone.....e poi....mi addormentavo con pupo accanto.
    Ecco come gli ho dato il vizio del lettone.

    Ora....sì dorme nel suo lettino...ma di notte ad una certa ora piange....e dobbiamo prenderlo nel lettone in mezzo a noi....e allora si addormenta subito.
    A volte lo rimetto nel suo lettino, altre sono così stanca che lo lascio dov'è....che poi...sinceramente...ci fa anche piacere averlo lì accoccolata, piccolo e tenero...... :-)

    Appena non ci starà più nel lettino, proveremo con il letto singolo ....magari proprio di quelli di ikea che sono bassi e facilitano la sua discesa fuori....anche perchè lui adesso ha imparato a scendere dal lettone, e la mattina appena sente che il papà si alza....tac....si alza pure lui .....e non cade.....ormai è un esperto....

    Comunque la Montessori aveva anche un buon metodo di insegnamento e ancora oggi ci sono delle scuole che si basano proprio sul suo metodo......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si noi siamo passati al secondo step, abbiamo messo i pratica il metodo e funziona. Se ti va cerca ho scritto un'altro post sul metodo montessori dove racconto l'esperienza con il lettino Ikea! Un abbraccio

      Elimina

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica