venerdì 29 novembre 2013

Mani

Pietro da un po' di settimane ha scoperto le sue mani, per un periodo se le portava davanti agli occhi, le metteva a fuoco e le fissava. Ora, invece, ha iniziato a portarsele alla bocca e "sbavarci" sopra, si proprio sbavarci XD!!
Se nel sonno (non quello profondo, quello iniziale) perde il ciuccio, e trova la sua mano se la ciuccia rumorosamente facendoci ridere a crepapelle! Non si mette il pollice in bocca, ma l'intero pungetto. 
È meraviglioso osservare i suoi progressi giorno dopo giorno, di quanto ride sempre di più, di quanto si sforza a "parlare", di come mi segue con lo sguardo, di come si scopre piano piano...insomma ogni giorno provo nuove emozioni e sempre più forti! 
Quando vado asciugargli le manine impiastricciate, gliele stringo dolcemente e mi stupisco di quanto amore si possa provare solo guardandole!! 

mercoledì 27 novembre 2013

Giornate impegnative

Eccomi qui, finalmente con il mio pc davanti! Il weekend e questa prima metà della settimana sono stati molto impegnativi. Impegni, appuntamenti, mestieri di casa, tentativi di nuove ricette ( a volte riusciti, altre no...chi mi segue su IG e su fb già lo sa)...
Sto assemblando i vari pezzi per creare le scatoline porta confetti per il battesimo di Pietro e la cosa mi diverte e appassiona un sacco! (Ne faró un post dedicato) 
Insomma nei prossimi giorni fino all'8 dicembre saremo presi dal battesimo...e sopratutto saró alla ricerca di un vestito per l'occasione, e manco solo io: Pietro è a posto, M. anche (sono uomini eheheXD), mia mamma e pure mia nonna hanno già provveduto...sabato sarà il mio turno e spero di centrare l'obbiettivo!! 
Abbiamo preso gli addobbi per l'albero di Natale, ci manca l'albero e le luci ma anche qui colmeremo sabato! 
Insomma in casa si respira aria di preparativi e attesa per il giorno di Pietro e per il nostro primo Natale. 
Vi lascio con qualche foto, 

Rà <3


venerdì 22 novembre 2013

E la bolla non c'è più!

Se vi stavate chiedendo come si è risolta la situazione pavimento, ebbene abbiamo ELIMINATO LA BOLLA!!!
Dopo il primo momento di disagio, tristezza, preoccupazione per questo pavimento benedetto, abbiamo contattato l'ex proprietaria della casa (colei che fece posare suddetto laminato) per farci dire da chi si era rivolta. Fortunatamente è una ditta della zona e così siamo andati a chiedere informazioni. Dopo una settimana ci hanno mandato il tecnico posatore per vedere come poteva agire, e oggi è venuto per fare il lavoro! 
Fortunatamente il tutto si è risolto in un'oretta di lavoro, togliendo il solo battiscopa e ricreando quello spazio necessario perchè i listini "respirino". 
Questa sera quando dovevo passare su quella zona, mi spuntava un sorriso, tanto mi mancava il mio pavimento liscio!!! 
Che bello quando le cose si risolvono nel migliori dei modi!! 
Oggi tra le altre cose ho trovato l'outfit di Pietro per il battesimo...non vedo l'ora di vederlo vestito così...mentre per me devo ancora guardar mi intorno, ma allattando devo riuscire a trovare qualcosa di bonton (mi piacerebbe quello stile per l'occasione) ma allo stesso tempo pratico per allattare e le due cose mi sembra non viaggino sullo stesso binario!! Avete dei consigli da darmi??? 
Ora vado ad addormentare il pupo...e poi via a nanna che domani voglio essere riposata perchè M. Ci porta all'IKEA!! Yeeee (lui la odia...fa uno sforzo per farmi felice <3)

martedì 19 novembre 2013

La depressione post-parto

AUna realtà così lontana da noi o spesso più comune di quel che si immagina?
Oggi se ne sente parlare spesso (per fortuna) di questo disagio che puó provare una neomamma appena dopo il parto, e se lo prova è normale.
Lo chiamano baby blues o depressione post parto. 
Io (fortunatamente) non ho avuto una vera depressione post parto, ma sì ho avuto delle giornate dalla lacrima facile, con qualche crisi ormonale dove un minuto prima vedevo le cose tutte rosee e un minuto dopo mi sembrava di non farne giusta una. 
Dal mio parere (personale e non da esperto in materia) credo che la depressione post parto puó colpire in modo diverso e per periodi di tempo diversi. L'importante è capire che si sta attraversando questo momento (riconoscere la baby blues) e se lo si considera un forte disagio chiedere anche aiuto a ostetriche, psicologi, amiche, mamma, marito...circondarsi di persone che ci vogliono bene, fare solo cose che ci fanno star bene.
Personalmente credo che tutte le neomamme passino qualche momento così, ma finchè è una cosa gestibile non occorre allarmarsi, basta cercare di tirarsi su, pensare positivo (come mi dice spesso M.). Se invece la cosa dovesse peggiorare o essere in forma più grave allora è il caso di chiedere e accettare un aiuto per il benessere della mamma e del bimbo! Perchè si sa che i bimbi rispecchiano molto i nostri stati d'animo!
Diventare mamma cambia la vita, la migliora sicuramente ma non è così semplice! Al giorno d'oggi spesso organizzano incontri anche per il post parto come vi dicevo in qualche post fa per non far sentire abbandonata la mamma. Frequentateli, ve lo consiglio!
Non dobbiamo dimenticare che siamo donne oltre che a mamme. Sopratutto nel primo mese la voglia di dedicarsi a se stesse è pari a zero, i nuovi ritmi, il bimbo, la casa avranno la meglio, ma appena prendete una routine e un ritmo vostro includiamoci anche quel filo di trucco che ci rende più carine, i capelli sistemati e un capo carino al posto della solita tuta! Fidatevi che vi sentirete subito meglio (parola di una neomamma che ogni tanto si impone queste cose, e poi esce di casa col sorriso doppio!!)
Questo ovviamente è ció che penso io, dalla mia esperienza. Probabilmente una mamma che invece ha sofferto di baby blues potrebbe trovare questo post futile e superficiale...e avrebbe ragione...ma spero riesca a comprendere il mio punto di vista! 
Rà <3

venerdì 15 novembre 2013

Uno sguardo sul mio percorso di mamma fino ad oggi

Sono convinta che una donna è mamma già dal momento in cui si materializzano davanti a sè quelle due magiche lineette rosa. Certamente questo nuovo ruolo che si va ad assumere subirà delle tempeste ormonali, scariche di emozioni e di eventi che lo affermerà e modificherà nel tempo! Insomma sarà un divenire graduale, si hanno nove mesi di training e poi una vita per imparare!
Una mia lettrice mi ha ispirato/suggerito questo post e così se mi guardo indietro, dal momento del test fino ad oggi voglio condividere con voi la mia valutazione, su cosa ripeterei, su cosa modificherei, e su cosa invece manterrei tali e quali.
Ripercorrendo quindi il mio percorso, la prima cosa che forse non rifarei è di dire a mia mamma che dopo nove sarebbe diventata nonna mentre stava stirando, lasciandola per un minuto di stucco (ricordo che Pietro è stata una vera sorpresa per il nostro Natale dell'anno scorso). Forse avrei potuto cercare un momento più adatto, ma li è prevalso l'istinto.
Non mi affiderei più ad internet per cercare di spiegare ogni minimo campanello che mi dava il mio corpo nei primi mesi...ebbene sì ero arrivata a cercare sintomi tipo: lieve fitta sul fianco sinistro/schiena/.... Se avete dei seri e dico SERI fastidi, o dubbi non rivolgetevi ad internet perchè è un'arma a doppio taglio, tutti quei forum dove ognuna dice la sua spesso ci fanno convicere di avere gli stessi disturbi a volte anche gravi, meglio rivolgersi al nostro medico!
Andrei di nuovo a vivere con M. qualche mese prima della nascita del piccolo, perchè è stato molto utile imparare a vivere insieme, a creare il nostro nido, una nostra routine. Se anche voi vi trovate in una situazione simile, vi consiglio di godervi gli ultimi mesi solo voi due, vivendo insieme così quando nascerà il bebè sarete già abituati almeno a quello visto che le novità e i cambiamenti che porta la nascita saranno già importanti.
Terrei nuovamente un diario della gravidanza, perchè rileggerlo ora è davvero emozionante, ricordare le ore che precedevano i controlli, la scelta della macchina e tutto quello in quei mesi abbiamo affrontato...e ne abbiamo affrontate!!
Direi a tutti che la data prevista del parto è due settimane dopo quella reale, per evitare di passare l'ultimo mese al telefono XD!!!
Forse ora come ora non mi farei dire il sesso del bimbo, (qui mi sa che assomiglio a mia mamma, anche lei con la prima gravidanza se l'era fatto dire mentre con la seconda -me- no...) sarebbe ancora più una sorpresa. Se vi preoccupa il corredino per l'ospedale, la cameretta ecc... credetemi che ci sono un sacco di altri colori unisex e poi con la nascita vi arriveranno talmente tanti vestitini, tutine del "colore giusto" che il problema svanirà!!! <3
Rifrequenterei il corso preparto,è stato utile, piacevole e mi ha permesso di conoscere altre mamme e condividere con loro i dubbi legati all'attesa <3.
Per quel che riguarda il periodo dalla nascita ad oggi gli eventi si sono svolti nel modo più naturale possibile e per ora rifarei tutto come ho fatto, forse più avanti la penserò diversamente,chissà!! <3
Se avete delle domande voi chiedetemi pure, o se semplicemente volete condividere anche voi le cose che rifareste e quelle che invece evitereste lasciatemi un commento. 
(Mi piace un sacco interagire con voi!)
Un abbraccio,
Rà (in attesa del tecnico del pavimento...pffff...) <3




martedì 12 novembre 2013

Che vita sarebbe senza imprevisti?!?!

Una vita senza imprevisti sarebbe forse un po' più monotona, forse noiosa ma sicuramente tranquilla! Invece gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo che ti aspettano li...imperterriti...che "simpatiche" canaglie! 
Beh volete sapere il nostro "simpatico" imprevisto??? Si è gonfiato il laminato in soggiorno!!!!! 
Dopo il primo giorno passato: 
-a torturare quella bolla camminandoci sopra per voler come appiattirla ed eliminarla e 
- con l'incapacitá fisica e mentale di ignorarla (un po' come quando si perdevano i primi denti da bimbi e si continuava a passarci la lingua), 
-a sentirmi tanto una protagonista dell'ultima pubblicità della milka bubble...
Beh dopo tutto questo siamo passati al voler affrontare il problema! Abbiamo rintracciato l'ex proprietaria della casa (quando l'abbiamo comprata il pavimento c'era già) per capire da chi si era rivolta tre anni fa per farlo posare. Fortunatamente è una ditta della zona e domani andremo a capire che soluzioni mi verranno proposte (non sto nemmeno qui a raccontarvi di come me le immagino...in quanto negatività, pessimismo, catastrofismo in queste situazioni non mi batte nessuno)!!!
In tutto questo trambusto abbiamo anche fissato il battesimo del piccolo principino ma gli voglio dedicare un post a parte, magari con l'umore migliore o per lo meno "rassegnata" al futuro del mio pavimento!!! (Ve lo dicevo che in questi casi il pessimismo si impossessa di me!!!)
Incrociate le dita per me...
Rà <3

venerdì 8 novembre 2013

Il "mio" allattamento

Ore 7.15 del 26 agosto 2013 ho iniziato la mia esperienza con l'allattamento, ho attaccato al seno per la prima volta mio figlio.
Scrivo questo post perchè mi è stato "richiesto" da una mia amica su IG, anche lei neomamma che come me ha la fortuna di allattare al seno. Ho fatto questa premessa perchè io forse di mio non avrei scritto un post così, perchè spesso si tende a non parlare troppo delle cose che vanno bene...ma forse si sbaglia! :)
Voglio fare anche una seconda premessa, ovvero che io personalmente mi son sempre detta che se avessi avuto la fortuna di allattare l'avrei sfruttata al meglio, ma se invece non mi fosse stato possibile allattare non ne avrei fatto una malattia (anche se immagino sia più facile a dirsi che a farsi!).
Detto ciò, oltre alla prima immagine di mio figlio, ricorderò per sempre il nostro primo approccio con l'allattamento, la cosa più naturale al mondo ma che ovviamente richiede impegno e a volte molta pazienza e perseveranza, sopratutto all'inizio.
Durante la gravidanza non avevo avuto grandi avvisaglie da parte del mio seno, forse qualche formicolio nei primi mesi poi scomparso, nessuna perdita di colostro se non un episodio ma quasi a scadere del termine...insomma mi sono chiesta fino all'ultimo se fossi stata tra le fortunate di poter allattare o se invece la mia avventura sarebbe stata difficile e sofferta.
Il primo giorno a Pietro non interessava minimamente il mio seno, solo durante la notte (nell'ospedale dove ho partorito si pratica il rooming-in) con l'aiuto di un'ostetrica sono riuscita a farlo attaccare meglio e a farlo ciucciare un po'. Nel frattempo i miei poveri capezzoli iniziavano a bruciare, a forza di provare a farlo attacare bene e quel attacca-stacca cominciavano a risentirne.
Il secondo giorno è andata meglio ma ancora non riusciva a ciucciare come era giusto e quindi il dolore per me aumentava e ogni volta che lo attaccavo per i primi secondi stringevo un po' i denti e poi passava. Li mi sono stati consigliati dei prodotti per aiutare i miei capezzoli a non essere soggetti a ragadi e tutti gli altri problemi comuni in allattamento (sopratutto all'inizio): l'olio vea e i paracapezzoli in argento (questi ultimi non li ho usati ma l'olio vea come ho spiegato qui è stato miracoloso!).
Nel pomeriggio del secondo giorno il mio colostro (la sostanza molto nutriente che precede la montata lattea) ha iniziato ad aumentare e infatti con la doppia pesata abbiamo appurato che Pietro trovava abbastanza e non occorreva dargli la cosiddetta giunta (il latte artificiale). 
Il mattino del terzo giorno mi sono svegliata con il seno evidentemente più teso e un po dolorante, mi stava arrivando la montata lattea! Nel pomeriggio sono stata dimessa e per alleviare quella sensazione (abbastanza fastidiosa) mi avevano suggerito di fare degli impacchi caldi poco prima di attaccare Pietro al seno. Consigli utilissimi perchè il calore mi migliorava la tensione e Pietro era facilitato nella poppata! 
Il quarto giorno schizzavo letteralmente latte e il mio seno era pressoché triplicato... 
Dopo la prima settimana, grazie ai consigli delle ostetriche, agli impacchi, alle coppette assorbilatte e all'olio vea mi sentivo meglio e mi gestivo sicuramente di più!
Io vedo l'allattamento in tre fasi ciascuna meravigliosa per tutti i suoi aspetti:
  • il momento della richiesta, dove Pietro inizia a farti capire il suo bisogno a volte in modo "pacato" altre in modo molto più energico XD
  • il momento della poppata, dove a volte è intensa e breve altre è prolungata perchè usata anche come coccola
  • il momento del post poppata, del ruttino, delle coccole...
Il mio, o meglio dire, nostro allattamento è totalmente a richiesta quindi non importa se non sono passate le tre ore che spesso i pediatri indicano, io assecondo i bisogni del piccolo affamato secondo il suo ritmo. OGNI GIORNO È DIVERSO DA UN ALTRO, possono essere simili ma mai uguali ugual (almeno per noi). Pietro fin da subito di notte ha tirato di più...ma di giorno capita si attacchi anche ogni ora e mezza!  Vorrei poter allattarlo esclusivamente fino ai sei mesi e perchè no continuare anche dopo lo svezzamento, vedremo!
L'allattamento è davvero la cosa più personale, vostra e di vostro figlio, ma le altre persone spesso lo ignorano! Quando Pietro piange e non sono passate più di due ore dal pasto precedente a volte mi sento chiedere: Ma ha ancora fame?!?! Le prime volte questa domanda mi faceva sorgere dei dubbi sul mio latte, sul metodo che stavo utilizzando...mentre oggi a quasi due mesi e mezzo di allattamento rispondo: si ha fame! E so che non è che ho meno latte o il mio latte non è più nutriente solamente Pietro ha fame! (A volte bisogna solo darsi il tempo per capirsi e capirne un po' di più)
Questo per consigliarvi (da giovane mamma che ha imparato a gestire i CNR e le AI leggete qui se vi foste persi il post a riguardo) di fare sempre ció che credete sia il meglio per vostro figlio perchè una scelta di una mamma che ama il proprio bimbo non sará mai una scelta per renderlo infelice. 
Cosa guardare e annotare per capire se il nostro latte è sufficiente per nostro figlio?!?
  1. La quantità di pipì quotidiana, se scarseggia bisogna "preoccuparsi"; mentre la pupù è meno importante perchè ci possono essere bimbi più stitici ma non significa che non sono nutriti.
  2. Se cresce di peso, senza impazzire con la doppia pesata è sufficiente pesarlo un paio di volte alla settimane durante le prime settimane di vita e una volta alla settimana successivamente.
  3. A me avevano detto anche se le tutine gli diventano piccole, ma se vostro figlio cresce abbastanza regolare senza sbalzi non lo notate subito subito (almeno per noi è stato così).
Infine vi consiglio di chiedere consigli e/o aiuto nei vostri consultori dove solitamente ci sono spazi appositi per l'allattamento al seno ma sopratutto di prendere questa esperienza nel migliore dei modi senza affanno (con il latte artificiale si cresce comunque) e troppa preoccupazione! 
E per concludere, la mia compagna di parto al secondo figlio mi ha confermato che come ogni gravidanza è diversa, anche ogni allattamento: a lei col primo non le è nemmeno arrivata la montata col secondo gli è arrivata per due! 
Questa è la mia esperienza,  vi auguro di poter allattare perchè è unico, pratico, comodo e perchè no anche economico!
Rà <3

mercoledì 6 novembre 2013

Prodotti baby

Dopo il post fotografico di ieri, che se ve lo foste perso basta che cliccate qui, oggi vi voglio parlare un po' dei prodotti che ho usato e sto usando per Pietro perchè finchè ero incinta mi chiedevo spesso quali fossero i prodotti migliori e andavo a leggermi ogni post dedicato all'argomento. Così spero anche io di essere d'aiuto a qualcuna di voi.
Premetto che, appunto per la mia inesperienza in materia, non avevo comprato quasi nulla prima del parto di prodotti per bagnetto, cambio, igiene e i primi prodotti che ho usato mi sono stati regalati. Ma sono stata super fortunata perchè ho ricevuto in regalo ottimi prodotti.
Dopo quasi due mesi e mezzo mi sono fatta una mia opinione su ogni prodotto.
Vorrei iniziare con i prodotti della Mustela, io sto usando la crema cambio, il latte detergente, la crema viso e il 2in1 per il bagnetto.
La crema cambio è pressochè inodore, cremosa e facile da applicare. Io la applico ad ogni cambio di pannolino e il sederino di Pietro ringranzia perchè non è quasi mai arrossato. In due casi solamente avevo notato un paio di boccoline rosse che ho trattato con un altro prodotto(che ve ne parlerò qui sotto). Siccome costa sulle otto o nove euro a confezione nella catena di negozi di Io bimbo la trovo in promozione prendi 2 paghi uno!
La crema viso "Hydra bébé" l'ho usata parecchio anche più volte al giorno durante le prime settimane di vita di Pietro finchè aveva la pelle secca tipica dei neonati, e vedevo che dopo l'applicazione il suo viso era molto idratato e nel giro di poco avevamo risolto. Ora la uso dopo il bagnetto e la mattina dopo avergli lavato il viso. Mi piace perchè gli lascia la pelle molto morbida e quel buon odore da bimbo (non è profumatissima, il giusto a parer mio).
Il latte detergente, come ho scritto sopra, lo uso alla mattina con un batuffolo di cotone sul viso, collo, dietro le orecchie e a volte sul torace, poi lo risciacquo come consigliato sulla confezione. Lo trovo anche questo un prodotto buono, meno indispensabile di altri, ma visto che ce l'ho lo uso.
Il 2in1 hair and body lo usiamo per il bagnetto e ci troviamo molto bene, non fa troppa schiuma (anzi) e gli lascia un buon profumo. Lo usiamo anche per i capelli e non irrita per nulla il cuio capelluto di Pietro. Se vogliamo trovare un difetto in questo prodotto direi la confezione, ovvero quando mi trovo da sola a lavare Pietro avendo solo una mano libera il tubetto è un po' scomodo e ho ovviato travasando il prodotto in un dispenser pulito più pratico.
L'olio vea l'avevo acquistato per me nei primi giorni di allattamento, sotto consiglio della mia ostetrica, per proteggere e curare il capezzolo sensibile. Per me è stato miracoloso, lo applicavo alla fine di ogni poppata e prima della successiva lo toglievo, anche se nel caso il bimbo entrasse in contatto col prodotto non succede nulla essendo commestibile. Ora mi è capitato un paio di volte di usarlo per delle boccoline sul sederino di Pietro (come scrivevo sopra) e nel giro di un giorno le boccoline sono scomparse. Lo proporrei come prodotto dell'anno! Se vogliamo trovarci un neo a questo prodotto è il prezzo circa 14 euro per 20 ml, ma ne serve veramente una goccia.
L'olio di mandorle dolci dei Provenzali anche questo prodotto l'ho usato prima per me, durante la gravidanza come antismagliature e devo dire che con una crema al burro di karitè ha funzionato: zero smagliature! E sempre sotto consiglio della mia ostetrica l'ho usato con pietro sul corpo abbinato alla crema Hydra bébé per le prime settimane, quando aveva la pelle secca! Ora lo utilizzo alternandolo con una crema lenitiva per il dopo bagnetto quando gli facciamo i massaggi che a lui piacciono tanto <3!
La crema lenitiva della Nature's ed è la fiori di cotone, al burro di karitè olio di riso, di mandorle dolci, cotone, tamanu e girasole, estratti di camomilla. Questa crema semplicemente la adoro per la sua consistenza non proprio perfetta (non so come spiegarlo in altri termini), per come si applica e si assorbe massaggiando il bambino e per il suo profumo (ha un profumo senza allergeni) buonissimo che rimane sulla pelle per molto tempo.
Le salviette pampers (sia le Progressi che le Dry fresh) le boccio per due motivi: il prezzo e il fatto che le prime salviette della confezione sono pressochè asciutte e le ultime zuppe. Nelle Sole e luna per ora non ho notato questo incinveniente e il loro profumo alla camomilla mi piace un sacco, e costano pure molto meno.
Promuovo a pieni voti le salviette Fria che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo. L'unico neo fattomi notare da M. (uomini XD) è che non hanno l'apertura apri-chiudi in plastica rigida e se non si sta attenti se ne estraggono più di una.
Ho altri prodotti ancora nuovi di altri marchi ma non li ho ancora aperti, appena li proverò vi farò sapere che ne penso!
Con questo post spero davvero di essere si aiuto a qualche futura mamma o neomamma come me, che a volte in quegli immensi scaffali del supermercato ci si può perdere e scegliere dei prodotti magari pure costosi che poi non valgono poi tanto. Perchè si non sempre un prezzo elevato significa prodotto buono, ho notato che ogni prodotto va valutato singolarmente. Inoltre prima della gravidanza non guardavo molto l'inci dei prodotti ora invece ci presto molta più attenzione a cosa contengono i prodotti!

Rà <3




martedì 5 novembre 2013

Baby posing - Siza Padovan

Il mio centesimo post sono felicissima di dedicarlo a Silvia, una ragazza piena di talento, molto professionale e con una forte passione per il suo lavoro, laureata in Scienze della comunicazione Grafica e Multimediale.
Silvia qualche settimana fa ha realizzato un servizio fotografico al piccolo Pietro... meraviglioso è dir poco. Ha reso la sua passione per la fotografia il suo lavoro, la sua professione. Certo, come mi raccontava, all'inizio sopratutto ci vogliono sacrifici, ma io credo che farà strada!
Lei realizza diversi servizi fotografici, ma le piacerebbe specializzarsi nel "baby posing", ovvero quella tecnica che prevede di fotografare il neonato nei suoi primi 25 giorni, periodo in cui dormono di più e si riesce, con accurati modi, a posizionarli in pose amorevoli.
Finchè Siza (così è il suo nickname <3) realizzava questi scatti mi spiegava di quanto già famosa è questa tecnica in altri stati e di quanto invece è ancora quasi sconosciuta qui in Italia (io ad esempio non la conoscevo, e non smetterò di ringraziarla per avermela fatta conoscere!), e degli strumenti che occorrono per poterla effettuare. Lei è ricca dei più svariati accessori per rendere queste fotografie ancora più belle e sfiziose, berrettini, copertine, ceste... ma se volete utilizzare degli accessori personali non ci sono problemi.
Il neonato durante il servizio viene piano piano svestito (ovviamente in un ambiente molto riscaldato, lei nel suo studio ha tutto l'occorrente per mettere a suo agio i piccoli modelli!), e coperto di volta in volta con gli accessori di cui vi parlavo sopra. Pietro non gradiva molto i berrettini purtroppo, perciò abbiamo utilizzato altro, si ascolta molto ciò che preferiscono i bimbi!
Per poter realizzare queste foto occorre una vera e propria passione e molta pazienza, spesso un servizio così può durare anche 4 ore, perchè si cerca di fotografare il neonato quando dorme. Silvia per far rilassare i piccoli utilizza delle musichette soft e chiede ai genitori di cullarli o anche lei li culla tenendoli "raggomitolati" come quando erano nel grembo materno. Una volta rilassati e addormentati piano piano cerca di posizionargli le manine o i piedi, ma se si svegliano o si irriggidiscono (Pietro è stato un vero birbantello, sul più bello perdeva la posizione) si ricomincia tutto da capo. Ecco perchè dico che ci vuole tanta passione e tanta pazienza <3!
Ma ora direi che lascio giudicare a voi!


















































Per vedere altri suoi servizi fotografici vi rimando al suo sito-SizaPadovan, dove troverete anche tutti i contatti per qualsiasi informazione.
E se posso permettermi, vi consiglio di fotografare e far fotografare i vostri bimbi, perchè rimarranno dei ricordi emozionanti sia per voi che per i vostri figli. E devo ammettere che io ed M. guardando questi meravigliosi scatti ci siamo emozionati e commossi e non smettevamo di dire quanto erano belle e uniche!!!
Rà <3

domenica 3 novembre 2013

Welcome November

Eccomi qui, finalmente con il mio pc tra le mani <3.
Questo è stato un weekend "lungo" e ricco di impegni, perchè noi appena vediamo qualche giorno di vacanza o festa ci mettiamo subito ad organizzare e a far incastrare le varie cose... Sì siamo un po' masochisti.
Ma andiamo per ordine. 
Venerdì abbiamo invitato mia cugina e fidanzato a pranzo per riuscire a stare un po' insieme e aggiornarci -che con i ritmi delle nostre vite ultimamente fatichiamo a far combaciare i vari impegni-; alla sera siamo usciti noi tre perchè c'era una festa con castagne calde, frittelle e le giostre...e per quest'anno Pietro non era minimamente interessato a quei fasci di luce, le musiche tipiche delle giostre e tutti i bambini saltellanti che imploravano i genitori a concedergli un altro giro...ma già l'anno prossimo mi sa che la situazione sarà diversa XD.
La notte Pietro ha dormito per la prima volta nella sua cameretta (due metri distante dalla nostra XD) e nel suo lettino... qui si fanno progressi!!! <3
Ma il bello è stato sabato mattina...sveglia otto e mezza, poppata, preparati tutti e tre, caricata la macchina con tutta l'attrezzatura necessaria per passare una giornata fuori e partiti alla volta del paesello. Colazione in pasticceria (libidine...slurp!), lasciato Pietro dalla nonna C. e io ed M. giro al cimitero.  Recuperato il principino, poppata e aperitivo. Recuperata e riassegnata l'auto (si è un po come il gioco tetris non avendo un suv... Ahahah) e partiti alla volta di casa dei miei per il pranzo; appena il tempo di digerire e siamo riusciti ad andare a far conoscere Pietro a dei miei parenti milanesi, caffè-chiacchiere-biscottini-chiacchiere e ripartiti per un'altra destinazione!!
Lasciato Marco ad un evento organizzato da un suo amico, io e Pietro abbiamo raggiunto la mia amica La per vedere la sua nuova cucina...<3 e rivedere dopo un bel po' di tempo la mia amica Ma con il piccolo Gabi <3 <3!!!
La scena più bella della giornata direi che è stato il nostro scambio di pupi...io che prendo in braccio Gabi (che ha quasi nove mesi) e insintivamente gli reggo il tronco e la testa XD mentre Ma con Pietro in braccio si sente impacciata per il peso diverso e perchè appunto troppo abituata a tenere in braccio Gabi che sta su da solo..e si che non è passato così tanto tempo...XD... Bello vedersi noi mamme e amiche!!
Dopo tante chiacchiare, qualche pianto dei bimbi per richiamare la nostra attenzione e tre belle cioccolate calde (mancava la nostra amica je...:(...!) sono ripartita alla volta di casa dei suoi di M. dove l'ho ritrovato e dove ho sfamato il piccolo. 
Poppata, cambio di pannolino, ruttino, giacca e via a mangiar la pizza con i suoi e la nonna di M...
Ore 21 eravamo a casa....yeeeeeee!!! XD
Lo so siamo pazzi...ma essere riuscita a far incastrare tutto mi ha reso davvero felice e orgogliosa di me stessa!!!
Oggi io e Pietro eravamo ko...abbiamo dormito e sonnecchiato sul divano tranne che dalle 15 al 17 che c'era la partita e il clima in casa era un po' più elettrizzato!!

Dopo questo weekend...siamo "carichi" per affrontare una nuova settimana...<3
Spero di riuscire a pubblicare alcuni post interessanti a breve...quindi Stay Tuned!
Rà <3
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica