martedì 4 giugno 2013

Corso preparto: prima lezione

Ieri come vi avevo accennato qui ho iniziato il corso preparto. Fra poco più di due mesi toccherà a me e così ho deciso di partecipare al corso tenuto nell'ospedale dove partorirò.
Il corso è tenuto da un ostetrica veramente brava, parla e spiega con una tranquillità e semplicità eccezionale e ci ha subito messe a nostro agio.
Nel mio gruppo siamo 12 future mamme, tutte alle prese con il primo figlio e all'incirca tutte nella stessa epoca gestazionale.
La parte che ho preferito, dopo la pausa pipì e la merenda con the e biscotti, è stata sicuramente quella degli esercizi di respirazione e rilassamento che ci ha insegnato l'ostetrica. Non so se poi durante il travaglio riuscirò effettivamente a mettere in pratica queste bellissime tecniche ma intanto mi godo il momento.

Ero curiosa di conoscere altre future mamme di agosto, per sapere cosa provavano, come si stavano preparando, cosa le preoccupava...per confrontarmi e perchè no anche per scoprire cose nuove. La verità è che mi sono divertita tantissimo ad ascoltare le storie di alcune di loro. chi da settimane gattona in giro per casa per far girare il bimbo in posizione cefalica, chi si ritrova un marito più in ansia di lei per il momento del parto, un'altra con il compagno che ha la "sindrome della covata" ovvero si ritrova tutti i sintomi della gestante: stitichezza-mal di schiena-crampi alla pancia-bruciori di stomaco. Poi c'è quella che sa già tutto sui possibili effetti collaterali del parto e sa già che li avrà tutti...
E POI CI SONO IO...che non ho avuto nausee, non ho bruciori, non so ancora che nome dare a mio figlio, non ho ancora preparato la valigia ne per me ne per scric', ho un compagno che non è per niente in ansia e non lo sarà nemmeno in quei momenti, non gattono in giro per casa, non sono diventata una balena e non sto ancora pensando alla dieta che potrò seguire dopo il parto...insomma sono incinta, sono felice di esserlo, non vedo l'ora che nasca ma mi sento abbastanza ancora normale nonostante tutto!!! XD
A parte tutto...credo che la gravidanza sia un percorso molto soggettivo, ma non bisogna prenderla come una malattia, certo c'è bisogno di attenzione su alcune cose, ma viverla serenamente secondo me è la cosa migliore.
Per questo devo ringranziare m. che me la sta facendo vivere in modo tale...probabilmente se avessi a fianco un campagno diverso mi sa che mi ritroverei di più con le mie compagne del corso.
<3 Rà

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un tuo commento, sono la parte più bella e impreziosiscono il blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

amazon informatica